TwitterFacebookGoogle+

Auguri Christoph Waltz, il malvagio di Tarantino compie 60 anni

Roma – “A un attore si può chiedere di interpretare due ruoli di Shakespeare, magari Re Lear e Prospero. Entrambe le volte interpreta un anziano, ma in realtà sono due ruoli completamente differenti. Perciò non mi fa paura la fama raggiunta con il ruolo del nazista di ‘Inglourious Basterds‘: non penso di restare prigioniero di un personaggio come quello del film di Tarantino. Forse uscire da questo schema è un problema dei giornalisti, non mio”. Era il 2010 e Christopher Waltz, l’attore lanciato da Quentin Tarantino nell’Olimpo del cinema con un ruolo che gli era valso l’Oscar, in una conversazione con l’Agi si diceva certo di avere un radioso futuro davanti. E oggi, nel giorno in cui compie 60 anni, l’attore austriaco può fare un primo bilancio della sua carriera cinematografica. Ed è eccezionale: in 6 anni ha girato 12 film con registi del calibro di Paul W.S.Anderson, Roman Polanski, Terry Gilliam e Tim Burton, vinto un altro Oscar ancora con Quentin Tarantino (‘Django Unchained‘), entrato nella ristretta famiglia dei cattivi di 007 interpretando Franz Oberhauser in ‘Spectre‘ di Sam Mendes. Non male per un attore nato a Vienna il 4 ottobre 1956, cresciuto nel teatro e attivo per una ventina d’anni in numerose produzioni tv austriache e tedesche. Figlio di due scenografi tedeschi, con nonni attori e bisnonni che lavoravano nel teatro, Christoph Waltz inizia la propria carriera nel teatro, lavorando a Vienna, Strasburgo e Zurigo; successivamente lavora per la televisione austriaca (compare anche in un episodio de ‘Il commissario Rex‘) e per quella tedesca.

Nel 2009 arriva la fama internazionale grazie all’interpretazione del colonnello nazista Hans Landa (dove recita in quattro lingue: inglese, tedesco, francese e italiano) in ‘Bastardi senza gloria‘ di Quentin Tarantino, regista col quale lavora anche nel successivo ‘Django Unchained‘ nel 2012: per entrambe le pellicole ottiene l’Oscar al miglior attore non protagonista, il Golden Globe per il miglior attore non protagonista, il Premio Bafta, mentre riceve il Prix d’interprétation masculine al Festival di Cannes per il primo film. Nel dicembre 2014 riceve una stella sulla Hollywood Walk of Fame di Los Angeles.

Conferenza stampa romana di ‘Django Unchained’ nel 2012    

Malgrado la sicurezza di non essere identificato né identificabile con nazista di ‘Bastardi senza gloria‘, Waltz viene chiamato quasi esclusivamente per ruoli di malvagio. L’ultima interpretazione in un film uscito in sala è quella del cattivo avversario di Tarzan nel film di Davd Yates, mentre uscirà solo a febbraio 2017 ‘Tulip Fever‘ di Justin Chadwick sceneggiato da Tom Stoppard. (AGI) .

Questo sito non rappresenta una testata giornalistica; viene aggiornato saltuariamente e non può quindi considerarsi un prodotto editoriale ai sensi della legge 62 del 07/03/2001. Inoltre viene utilizzato materiale tratto da siti/blog che possono essere ritenuti di dominio pubblico. Se per qualsiasi motivo gli autori del suddetto materiale, o persone citate nello stesso non gradissero, è sufficiente una email all'indirizzo apocalisselaica[@]gmail.com e provvederemo immediatamente alla rimozione.