TwitterFacebookGoogle+

Autismo: sintomi differiscono tra bambini e bambine

(AGI) – Washington, 4 set. – Le bambine e i bambini con
l’autismo si comportano in modo diverso. Le prime infatti
mostrano meno comportamenti ripetitivi e limitati rispetto ai
secondi. Questo probabilmente perche’ le strutture del cervello
dei due sessi sono diverse. Lo ha scoperto un gruppo di
ricercatori della Stanford University School of Medicine in uno
studio pubblicato sulla rivista Molecular Autism. Per arrivare
a queste conclusioni gli studiosi hanno utilizzato due grandi
banche dati pubbliche. Hanno cosi’ esaminato un totale di 800
bambini affetti da forme di autismo ad alto funzionamento. Si
ritiene che tra i sintomi principali dell’autismo vi siano
comportamenti ripetitivi e limitati, e anche deficit sociali e
di comunicazione. Tra i bambini con diagnosi di autismo ad alto
funzionamento, i bambini sono piu’ numerosi delle bambini con
un rapporto di 4-1. Ma gli esperti sono preoccupati che
l’autismo nelle bambine sia sottodiagnosticato, in quanto
presentano sintomi diversi e poco riconoscibili. Questo
potrebbe rendere difficile riuscire a offrire loro i migliori
trattamenti. Per questo i ricercatori hanno esaminato la
gravita’ dei sintomi in 128 bambine e 614 bambini con un’eta’
compresa tra i 7 e i 13 anni, registrati nel National Database
for Autism Research. Tutti i bambini avevano lo stesso
quoziente intellettivo medio e punteggi simili nei
comportamenti sociali e comunicativi. Tuttavia, le bambine
hanno ottenuto punteggi piu’ bassi su una misura standard che
riguarda i comportamenti ripetitivi e limitati. I ricercatori
hanno poi esaminato i dati dell’Autism Brain Imaging Data
Exchange, che includono la risonanza magnetica di 25 bambini e
25 bambini con l’autismo e 19 bambini e 19 bambine senza la
malattia. Dai risultati sono emerse diverse differenze di
genere nella struttura del cervello, in particolare in alcune
parti legate alla funzione motoria. “La scoperta di differenze
di genere in entrambe le misure suggerisce che i medici
dovrebbero metterle a fuoco per la diagnosi e la cura delle
bambine”, hanno conlsuo i ricercatori

Vai sul sito di AGI.it

Questo sito non rappresenta una testata giornalistica; viene aggiornato saltuariamente e non può quindi considerarsi un prodotto editoriale ai sensi della legge 62 del 07/03/2001. Inoltre viene utilizzato materiale tratto da siti/blog che possono essere ritenuti di dominio pubblico. Se per qualsiasi motivo gli autori del suddetto materiale, o persone citate nello stesso non gradissero, è sufficiente una email all'indirizzo apocalisselaica[@]gmail.com e provvederemo immediatamente alla rimozione.