TwitterFacebookGoogle+

Aveva 60 anni il tecnico sardo ucciso in Libia, per lui anche fiaccolata silenziosa

Cagliari – Fausto Piano, 60 anni di Capoterra, centro a circa 20 chilometri da Cagliari, è uno dei due tecnici rapiti in Libia e uccisi durante una sparatoria nella regione di Sabrata. L’uomo lavorava come meccanico per l’azienda Bonatti e spesso si recava in Africa. Molto noto in e benvoluto nel suo paese natale dove tornava spesso per periodi di vacanza e dove vive il figlio che fa la stessa professione del padre. Per lui, alcuni giorni dopo il rapimento, a Capoterra, era stata organizzate una fiaccolata silenziosa per le vie del paese. “Un modo di stare vicini alla famiglia in queste ore di ansia”, aveva spiegato il sindaco Francesco Dessi’. Oggi il tragico epilogo confermato dalla Farnesina che comunica di aver gia’ informato i parenti di Fausto Piano. (AGI)

Questo sito non rappresenta una testata giornalistica; viene aggiornato saltuariamente e non può quindi considerarsi un prodotto editoriale ai sensi della legge 62 del 07/03/2001. Inoltre viene utilizzato materiale tratto da siti/blog che possono essere ritenuti di dominio pubblico. Se per qualsiasi motivo gli autori del suddetto materiale, o persone citate nello stesso non gradissero, è sufficiente una email all'indirizzo apocalisselaica[@]gmail.com e provvederemo immediatamente alla rimozione.