TwitterFacebookGoogle+

Baltimora a ferro e fuoco, esplode la rabbia dopo la morte di un afroamericano – Video e Foto

(AGI) – Baltimora, 28 arp. – Quindici agenti feriti, ventisette
persone arrestate, auto della polizia date alle fiamme, la tensione a Baltimora, nel Maryland, e’ altissima nel giorno dei
funerali dell’afroamericano morto dopo l’arresto. Un’imponente folla si e’ riversata sulle strade della citta’ dando vita a violenti scontri con la polizia. “Non abbiamo mai visto una violenza simile da queste parti, soprattutto nella zona occidentale di Baltimora”, ha affermato la polizia.

Il governatore dello Stato americano del Maryland ha  proclamato lo stato di emergenza a Baltimora e messo in allerta la Guardia nazionale. Intanto, il ministro della Giustizia, Loretta Lynch ha informato di quanto accade Barack Obama, che ha sua volta ha parlato al telefono con il sindaco di Baltimora, Stephanie
Rawlngs-Blake. Sale ogni ora che passa la tensione tra la polizia e la comunita’ nera di Baltimora.

Violenti scontri e citta’ in fiamme – VIDEO

Guarda la galleria fotografica

Da questa notte, per una settimana, il coprifuoco sara’ in vigore nella citta’ del Maryland. Le unita’ della Guardia nazionale, ha detto Stephanie Rawlings-Blake, saranno dispiegate “appena disponibili” nella citta’ in cui sono esplose le violenze. Un incendio di vaste proporzioni e’ in corso nella parte orientale di Baltimora. In citta’, dove sono esplose le violenze nel giorno dei funerali dell’afroamericano Freddie Gray, sono in arrivo 500 agenti da tutto il Maryland e altri 5.000 da altri Stati americani. Inoltre sono pronti a intervenire almeno 500.000 unita’ della Guardia nazionale. (AGI)
.

Vai sul sito di AGI.it



Questo sito non rappresenta una testata giornalistica; viene aggiornato saltuariamente e non può quindi considerarsi un prodotto editoriale ai sensi della legge 62 del 07/03/2001. Inoltre viene utilizzato materiale tratto da siti/blog che possono essere ritenuti di dominio pubblico. Se per qualsiasi motivo gli autori del suddetto materiale, o persone citate nello stesso non gradissero, è sufficiente una email all'indirizzo apocalisselaica[@]gmail.com e provvederemo immediatamente alla rimozione.