TwitterFacebookGoogle+

Bambina israeliana uccisa in casa da un palestinese

Gerusalemme – Una 13enne israeliana e’ morta dopo essere stata accoltellata nel suo letto da un 17enne palestinese che si era introdotto in una casa d coloni a Kiryat Arba, insediamento alla periferia di Hebron, in Cisgiordania.

Il palestinese ha anche ferito gravemente un 31enne, membro del servizio di sicurezza interno della colonia, prima di essere colpito a morte. Il ferito e’ stato evacuato all’ospedale Hadassah di Gerusalemme. La ragazza invece, con diverse coltellate in tutta la parte superiore del corpo, era stata trasferita allo Shaare Zedek Medical Center ma e’ stata dichiarata morta poco dopo l’arrivo in ospedale. Secondo la stampa israeliana, l’aggressore e’ stato identificato come il 17enne Mohammed Taraireh del villaggio di Bani Na’im, vicino Kiryat Arba. Si tratta di un parente dell’uomo che aveva compiuto un attacco con la sua auto nello stesso insediamento, a marzo.

Dall’ottobre scorso, 37 cittadini israeliani e due americani sono stati uccisi in attacchi con coltello, armi da fuoco oppure con autovetture che li hanno deliberatamanete investiti in Cisgiordania e in Israele. In questo arco di tempo quasi 200 palestinesi sono stati uccisi dalle forze di sicurezza o da cittadini israeliani armati. (AGI)

Questo sito non rappresenta una testata giornalistica; viene aggiornato saltuariamente e non può quindi considerarsi un prodotto editoriale ai sensi della legge 62 del 07/03/2001. Inoltre viene utilizzato materiale tratto da siti/blog che possono essere ritenuti di dominio pubblico. Se per qualsiasi motivo gli autori del suddetto materiale, o persone citate nello stesso non gradissero, è sufficiente una email all'indirizzo apocalisselaica[@]gmail.com e provvederemo immediatamente alla rimozione.