TwitterFacebookGoogle+

Banca Etruria: 910 mila euro di multa per gli ex dirigenti. “Mentirono sui conti”

Arriva la prima stangata all’interno dell’ex consiglio di amministrazione di Banca Etruria che tra il 2012 e il 2014 ha messo in vendita bond tossici. Le sanzioni sfiorano il milione di euro. E c’è ance Pierluigi Boschi, il papà della sottosegretaria alla presidenza del consiglio, che dovrà versare 40 mila euro. Lo scrive Repubblica oggi in edicola. 

Le multe arrivano dalla Consob grazie ad un’ordinanza firmata la scorsa settimana dal presidente Vegas, “una tegola per i protagonisti di una vicenda su cui sono in corso anche altre procedure, compresa quella penale”. 

La Consob accusa tutti i componenti del Cda, il direttore generale e il collegio dei sindaci, di aver “violato l’articolo 94 del Tuo, il testo unico della finanza”, scrive nel suo articolo Claudio Tito. Quello che dispone l’obbligo per il prospetto di prodotti finanziari di un testo “facilmente analizzabile r comprensibile” affinché “gli investitori possano pervenire ad un fondato giudizio sulla situazione patrimoniale”. La multa più alta, (tutte complessivamente arrivano a 910mila euro) è quella di 70mila euro per l’ex presidente Fornasari. 

 

Articolo originale Agi Agenzia Italia

Questo sito non rappresenta una testata giornalistica; viene aggiornato saltuariamente e non può quindi considerarsi un prodotto editoriale ai sensi della legge 62 del 07/03/2001. Inoltre viene utilizzato materiale tratto da siti/blog che possono essere ritenuti di dominio pubblico. Se per qualsiasi motivo gli autori del suddetto materiale, o persone citate nello stesso non gradissero, è sufficiente una email all'indirizzo apocalisselaica[@]gmail.com e provvederemo immediatamente alla rimozione.