TwitterFacebookGoogle+

Barry e Suleyman, i migranti che hanno chiesto di dare una mano a Rigopiano

Barry Misbau della Guinea e Suleyman Bazie della Costa d’Avorio sono due migranti arrivati in Italia nell’ultimo anno e mezzo. Sono da tempo volontari della Croce Rossa Italiana a Settimo Torinese (To) e sono arrivati a Penne, in provincia di Pescara, per lavorare con altri colleghi in aiuto alle persone travolte dalla valanga nell’hotel di Rigopiano.

Clicca sulla gallery per scorrere le immagini fullscreen con le didascalie

 

Dall’Africa subsahariana al gelo di Penne

Fanno parte di un gruppo di 10 rifugiati o richiedenti asilo ghanesi, maliani, nigeriani, che proviene dal grande centro della Cri – dove sono stati formati – e che ha chiesto di essere impiegato nelle zone dell’Abruzzo colpite da terremoto e maltempo, come racconta Repubblica. Misbau e Bazie sono stati destinati al campo avanzato dei soccorritori dell’hotel Rigopiano, con compiti logistici. “Vogliamo dare una mano alle persone vittime del terremoto”, ha detto Barry, 24 anni. Secondo Ignazio Schintu, responsabile nazionale logistica di Croce Rossa, la formazione e l’impiego come volontari di questi giovani migranti “è un esempio di buone pratiche”.

Volontari #CroceRossa di tutta Italia arrivano in supporto. Appena arrivati da Avezzano 4 ospiti del Centro Accoglienza di Settimo Torinese. pic.twitter.com/sIGNI5g1Bt

— Croce Rossa Italiana (@crocerossa) 21 gennaio 2017

La Stampa li ha incontrati nel campo in cui è allestito il centro di coordinamento delle operazioni di soccorso. L’intervista è qui

Articolo originale Agi Agenzia Italia

Questo sito non rappresenta una testata giornalistica; viene aggiornato saltuariamente e non può quindi considerarsi un prodotto editoriale ai sensi della legge 62 del 07/03/2001. Inoltre viene utilizzato materiale tratto da siti/blog che possono essere ritenuti di dominio pubblico. Se per qualsiasi motivo gli autori del suddetto materiale, o persone citate nello stesso non gradissero, è sufficiente una email all'indirizzo apocalisselaica[@]gmail.com e provvederemo immediatamente alla rimozione.