TwitterFacebookGoogle+

Bce: Pechino lancia allarme valutario sul quantitative easing

(AGI) – Pechino, 29 gen. – Il quantitative easing potrebbe innescare un “deprezzamento competitivo” tra le valute mondiali. La Cina lancia l’allarme e il ministero del Commercio avverte che “il QE europeo potrebbe accelerare il deprezzamento competitivo delle valute di diversi paesi, incrementando le incertezze sui flussi transfrontalieri internazionali di capitali”. “Monitoreremo questa faccenda” aggiunge il portavoce del ministero cinese. “Non e’ chiaro – dice ancora – se il QE a medio termine sia in grado di fermare la tendenza dell’economia europea di finire in stagnazione a lungo termine e avviare una ripresa della crescita complessiva”. L’impatto del QE sara’ al tempo stesso “buono e cattivo”. “IL QE – spiega il portavoce spinge al deprezzamento dell’euro, il quale portera’ le imprese cinesi a espandere le importazioni dall’Europa abbassando i loro costi di investimento in Europa”. (AGI)
Vai sul sito di AGI.it



Questo sito non rappresenta una testata giornalistica; viene aggiornato saltuariamente e non può quindi considerarsi un prodotto editoriale ai sensi della legge 62 del 07/03/2001. Inoltre viene utilizzato materiale tratto da siti/blog che possono essere ritenuti di dominio pubblico. Se per qualsiasi motivo gli autori del suddetto materiale, o persone citate nello stesso non gradissero, è sufficiente una email all'indirizzo apocalisselaica[@]gmail.com e provvederemo immediatamente alla rimozione.