TwitterFacebookGoogle+

Berlino, repressione turca "si fa beffe di stato di diritto"

Berlino – Nuova bordata dalla Germania contro le autorita’ della Turchia e la crescente repressione da loro scatenata dopo il fallito colpo di stato di venerdi’ scorso: in tal modo Ankara “si fa beffe dello stato di diritto”, secondo Berlino. “Quasi ogni giorno”, ha denunciato infatti Steffen Seibert, portavoce del governo federale tedesco, “assistiamo all’adozione di misure che si fanno beffe dello stato di diritto, e che non badano al principio della proprozionalita’”.

La stessa Angela Merkel due giorni aveva stigmatizzato l’ipotesi di ripristinare la pena di morte, ventilata dal presidente turco Recep Tayyip Erdogan. Per il cancelliere un’eventuale mossa in tal senso “porrebbe fine alle trattative per l’ingresso della Turchia nell’Unione Europea”. Seibert aveva inoltre condannato le “disgustose scene di vendetta” cui si sta assistendo dopo il golpe mancato. (AGI)
 

Questo sito non rappresenta una testata giornalistica; viene aggiornato saltuariamente e non può quindi considerarsi un prodotto editoriale ai sensi della legge 62 del 07/03/2001. Inoltre viene utilizzato materiale tratto da siti/blog che possono essere ritenuti di dominio pubblico. Se per qualsiasi motivo gli autori del suddetto materiale, o persone citate nello stesso non gradissero, è sufficiente una email all'indirizzo apocalisselaica[@]gmail.com e provvederemo immediatamente alla rimozione.