TwitterFacebookGoogle+

Berlusconi: entro una settimana avremo nome leader centrodestra

(AGI) – Calvagese (Brescia), 27 set. – “Questa mattina segna il mio rientro sulla scena politica”. Silvio Berlusconi vuole tornare in campo e sceglie di parlare alla giornata conclusiva degli incontri di formazione politica del suo partito, riunito nel bresciano. Arrivato intorno alle 12, il leader di Fi, ha scherzato con la platea affollatissima dicendo “mettetevi comodi, Sedetevi, perche’ ho intenzione di parlarvi per un’ora e trenta. E temo svenimenti”. “A Milano vinciamo di sicuro noi”. Mostra ottimismo Silvio Berlusconi sulle prossime elezioni per il comune di Milano. E a margine della giornata conclusiva della scuola di formazione politica di forza Italia si dice convinto della vittoria del centro destra nel 2016. Tra una settimana il centro destra ufficializzera’ il nome del suo candidato alla corsa per la poltrona di sindaco di Milano, ha annunciato Berlusconi.

“Dobbiamo riunirci come centro destra – ha detto – per trovare un nome su cui tutti sono d’accordo”. Quando? “Entro una settimana circa”. Se sara’ o meno un rappresentante della societa’ civile non si sa in quanto , come ribadisce Berlusconi : “sara’ il centro destra che decidera’”. “Accettiamo un governo inconcludente, che non conta nulla in Europa, la dove si decidono le cose” come La politica sui migranti. Cosi’ Silvio Berlusconi intervento alla giornata conclusiva degli incontro di formazione politica di Forza Italia. Ripercorre le tappe della sua storia politica e affonda su quella del governo Renzi. “Qualcuno ha il coraggio di vantarsi dicendo che la ripresa economica e’ merito del governo – aggiunge – quando tutti i paesi europei sono in crescita del 2 per cento e noi dello 0, qualcosa. Eppure c’e’ qualcuno che ha il coraggio di vantarsi. Siamo qui a subire questa situazione economica”. La ricetta del leader di Fi e’ “meno tasse su imprese, meno tasse su famiglie che producono piu’ consumi. Le due cose insieme producono piu’ posti di lavoro. Tutto questo oggi in Italia non c’e’. L’Italia e’ un paese che soffre piu’ di tutti gli altri il fenomeno della migrazione e non puo’ dire nulla sulle soluzioni che sarebbero possibili e auspicabili”. (AGI)

Vai sul sito di AGI.it

Questo sito non rappresenta una testata giornalistica; viene aggiornato saltuariamente e non può quindi considerarsi un prodotto editoriale ai sensi della legge 62 del 07/03/2001. Inoltre viene utilizzato materiale tratto da siti/blog che possono essere ritenuti di dominio pubblico. Se per qualsiasi motivo gli autori del suddetto materiale, o persone citate nello stesso non gradissero, è sufficiente una email all'indirizzo apocalisselaica[@]gmail.com e provvederemo immediatamente alla rimozione.