TwitterFacebookGoogle+

Berlusconi, lo dicevo dal 2011 ora rivedere i trattati

Roma – Dopo l’esito del referendum sulla Brexit si tenga un congresso straordinario del Ppe e si rivedano i trattati che “si sono dimostrati inefficaci e dannosi”. A chiederlo, in una nota, Silvio Berlusconi. “La decisione del popolo britannico conferma le ragioni del grido d’allarme che per primi avevamo lanciato fin dal 2011, nell’incomprensione generale, sul progressivo distacco fra questa Unione Europea e le ragioni, gli interessi, le passioni dei popoli che la compongono”, afferma Berlusconi, “Come abbiamo denunciato tante volte, da quella drammatica estate fino ad oggi, l’Europa non è riuscita ad essere quello che doveva e poteva essere. Il più bel sogno della nostra generazione sta fallendo sotto i nostri occhi. Occorre dare una risposta immediata e straordinaria da parte di chi l’Europa l’ha pensata e voluta. E’ urgente ricostruire l’Europa come comunità politica basata su valori condivisi, prima che economica o burocratica, vissuta dagli europei come la loro patria e non piu’ come un’imposizione o una fastidiosa necessità. Ed occorre farlo rivedendo al più presto i trattati europei laddove essi si sono dimostrati inefficaci o dannosi”.

“Proporrò quindi al PPE un congresso straordinario per lanciare un manifesto di rifondazione dell’Unione Europea, fondata su un metodo nuovo, che parta dal basso, dalla condivisione, dalla partecipazione, dalla sussidiarietà”, conclude il leader di Forza Italia, “Un’Europa come sarebbe piaciuta a Adenauer, a Schuman e a De Gasperi, spazio di libertà, di valori condivisi, di forti radici comuni, con una comune politica estera e di difesa”. (AGI) 

Questo sito non rappresenta una testata giornalistica; viene aggiornato saltuariamente e non può quindi considerarsi un prodotto editoriale ai sensi della legge 62 del 07/03/2001. Inoltre viene utilizzato materiale tratto da siti/blog che possono essere ritenuti di dominio pubblico. Se per qualsiasi motivo gli autori del suddetto materiale, o persone citate nello stesso non gradissero, è sufficiente una email all'indirizzo apocalisselaica[@]gmail.com e provvederemo immediatamente alla rimozione.