TwitterFacebookGoogle+

Bimbo down abbandonato. La madre surrogata: “Il padre è condannato per pedofilia, ridatemi la sorellina”

gammyRedazione– La vicenda del bambino down abbandonato dai genitori biologici alla madre surrogata, la 21enne thailandese Pattaramon Chanbua, continua a scuotere il mondo intero, sollevando polemiche e diatribe.

Ora, però, un nuovo inquietante elemento viene alle luce e fa imperversare la bufera sul caso:  Chanbua, dopo aver accettato di crescere lei il piccolo abbandonato dalla coppia australiana, che lo avrebbe rifiutato a causa dell’handicap, ha richiesto in televisione che le venga restituita anche la sorellina, che invece i due hanno riportato in Australia.

Questo perché è emerso che il padre biologico avrebbe nel suo trascorso un precedente per pedofilia: l’uomo, nel ’98, è stato infatti condannato per atti sessuali con minori di 13 anni. Una pena che ha scontato in prigione, ma che non è servita a distogliere la moglie dall’idea che l’uomo sia una “brava persona” e che meriti dunque di avere una figlia.

A fronte di ciò, Pattharamon ha sfidato l’uomo di recarsi in Thailandia e comparire con lei in televisione a raccontare la sua versione della vicenda: l’uomo si è infatti sempre difeso sostenendo di non aver abbandonato il piccolo perché down, ma di non averne neanche saputo dell’esistenza.

-5 agosto 2014-

Original Article >>

Questo sito non rappresenta una testata giornalistica; viene aggiornato saltuariamente e non può quindi considerarsi un prodotto editoriale ai sensi della legge 62 del 07/03/2001. Inoltre viene utilizzato materiale tratto da siti/blog che possono essere ritenuti di dominio pubblico. Se per qualsiasi motivo gli autori del suddetto materiale, o persone citate nello stesso non gradissero, è sufficiente una email all'indirizzo apocalisselaica[@]gmail.com e provvederemo immediatamente alla rimozione.