TwitterFacebookGoogle+

Bimbo druso ricorda la vita precedente e fa arrestare il suo assassino

reincarnazione-Redazione– La storia per quanto incredibile parrebbe del tutto attendibile-

Accade nella regione del Golan, al confine tra Israele e Siria e ha come protagonista un bimbo di tre anni.  Bambino che ha ricordato la sua vita precedente, e la sua morte violenta.

Ha accompagnato gli anziani del suo villaggio al campo dove il suo assassino lo aveva seppellito dopo averlo ucciso a colpi d’ascia. Lì, in quel punto esatto, è stato dissotterrato un piccolo scheletro e poco lontano, sempre seguendo le indicazioni del bambino, rinvenuta anche l’arma del delitto.

Il bimbo è di etnia drusa,  nella quale la cultura della reincarnazione è assolutamente accettata come regola.

Appena il bimbo cominciò a parlare, raccontò alla famiglia di essere stato ucciso con colpi d’ascia alla testa, ricordava il villaggio da cui proveniva e il suo nome nella precedente vita, fu anche in grado di rivelare il nome del suo assassino.

Original Article >>

Questo sito non rappresenta una testata giornalistica; viene aggiornato saltuariamente e non può quindi considerarsi un prodotto editoriale ai sensi della legge 62 del 07/03/2001. Inoltre viene utilizzato materiale tratto da siti/blog che possono essere ritenuti di dominio pubblico. Se per qualsiasi motivo gli autori del suddetto materiale, o persone citate nello stesso non gradissero, è sufficiente una email all'indirizzo apocalisselaica[@]gmail.com e provvederemo immediatamente alla rimozione.