TwitterFacebookGoogle+

Blue Whale, aumentano le segnalazioni in Italia. I 9 link per capire

Nelle ultime settimane molti media si sono occupati di Blue Whale (letteralmente: Balena Azzurra), il gioco estremo che si è diffuso già un anno fa in Russia e ha coinvolto centinaia di adolescenti, come anche Agi ha raccontato nei giorni scorsi. L’allarme si è diffuso anche in Italia, hanno parlato di Blue Whale diversi giornali e la trasmissione Le Iene. Balena Azzurra è un gioco diabolico, dove i ragazzi vengono “ingaggiati” sulla rete e sui social da ‘curatori’ e spinti a prove di coraggio, 50 in 50 giorni, l’ultima delle quali è il suicidio. In Russia ci sarebbero state più di 130 morti, mentre in Italia sono diverse le procure che hanno cominciato ad indagare su casi sospetti. 

La Procura dei minori di Milano sta indagando anche sui casi alcuni presunti ‘curatori’ minorenni nell’ambito delle indagini su presunti epidosi di autoleisionismo legati a ‘Blue Whale’. E’ quanto si apprende da fonti giudiziarie le quali precisano che i presunti ‘curatori’, interrogati, hanno tuttavia negato le accuse e sono in corso accertamenti. Sui presunti ‘curatori’ maggiorenni indaga invece il pool fasce deboli della Procura guidato da Cristiana Roveda che ipotizza il reato di istigazione al suicidio. I ‘curatori’ sono coloro i quali conducono il rituale in 50 tappe che puo’ avere come epilogo anche il suicidio dei giovanissimi che lo praticano. I pm di MIlano si dicono comunque cauti nel definire case e segnalazioni di disagio giovanile con il coinvolgimento nell’infernale meccanismo di Balena Azzurra. Per fare un po’ d’ordine agi.it consigli la lettura di questi contenuti:

Che cos’è Blue Whale e come funziona. Leggi qui.

L’Intervista alla giornalista russa che ha tirato fuori il caso un anno fa. Leggi qui.

Le prime conferme sulle indagini di casi in Italia. Leggi qui

I dati sulla diffusione sui media. Leggi qui

I consigli della Polizia. Leggi qui.

Le ultime notizie con la polizia di Milano che invita alla cautela. Leggi qui

Il pezzo dell’HuffPost sulle leggi per combattere Blue Whale. Leggi qui

Il commento di Riccardo Luna. “Perché dobbiamo parlare di Blue Whale”. Leggi qui

Il commento di Matteo Flora. “Blue Whale non esiste”. Leggi qui

Articolo originale Agi Agenzia Italia

Questo sito non rappresenta una testata giornalistica; viene aggiornato saltuariamente e non può quindi considerarsi un prodotto editoriale ai sensi della legge 62 del 07/03/2001. Inoltre viene utilizzato materiale tratto da siti/blog che possono essere ritenuti di dominio pubblico. Se per qualsiasi motivo gli autori del suddetto materiale, o persone citate nello stesso non gradissero, è sufficiente una email all'indirizzo apocalisselaica[@]gmail.com e provvederemo immediatamente alla rimozione.