TwitterFacebookGoogle+

Boko Haram: esercito nigeriano, si arrendono 200 miliziani

(AGI) – Roma, 25 set. – Circa 200 miliziani di Boko Haram hanno deposto le armi e si sono arresi alle forze nigeriane nel villaggio di Banki, al confine con il Camerun. Lo ha riferito l’esercito, ripreso dalla Bbc. Si tratta del gruppo piu’ numeroso che si sia mai arreso in massa. La notizia non e’ stata pero’ ancora confermata da fonti indipendenti e alcuni attendono prove che si tratti veramente di miliziani e non di civili rimasti intrappolati nel villaggio, riconquistato di recente dai militari. Intanto gli Stati Uniti hanno annunciato aiuti fino a 45 milioni di dollari in servizi per la difesa a Nigeria, Camerun, Ciad e Niger per combattere i terroristi del gruppo islamista. Lo ha reso noto il portavoce del Consiglio di Sicurezza della Casa Bianca, Ned Price, precisando che e’ previsto anche il training di militari locali. Secondo l’Unicef, negli ultimi 5 mesi un sensibile incremento degli attacchi del gruppo armato Boko Haram ha costretto alla fuga 500.000 bambini, portando a 1,4 milioni il numero totale dei bambini sfollati nel nordest della Nigeria e nei paesi vicini. Solo nel nord della Nigeria, circa 1,2 milioni di bambini – oltre la meta’ dei quali sotto i 5 anni – sono stati costretti a lasciare le proprie case. Altri 265.000 bambini sono stati costretti a fuggire in Camerun, Ciad e Niger. Una settimana fa, i terroristi hanno affermato di essere stanchi di combattere e hanno proposto una trattativa per deporre le armi senza alcun compenso monetario. In precedenza il presidente nigeriano Muhammadu Buhari, durante la sua visita in Francia, aveva ancora una volta offerto un ramoscello di ulivo ai ribelli, chiedendo loro di rilasciare le oltre 200 studentesse sequestrate a Chibok, nello Stato del Borno il 15 aprile 2014. .
Vai sul sito di AGI.it

Questo sito non rappresenta una testata giornalistica; viene aggiornato saltuariamente e non può quindi considerarsi un prodotto editoriale ai sensi della legge 62 del 07/03/2001. Inoltre viene utilizzato materiale tratto da siti/blog che possono essere ritenuti di dominio pubblico. Se per qualsiasi motivo gli autori del suddetto materiale, o persone citate nello stesso non gradissero, è sufficiente una email all'indirizzo apocalisselaica[@]gmail.com e provvederemo immediatamente alla rimozione.