TwitterFacebookGoogle+

Bologna: bruciano centraline Tav Renzi: "non e' un atto terroristico"

(AGI) – Roma, 23 dic. – Matteo Renzi esclude l’ipotesi terrorismo per il rogo di stanotte che ha paralizzato il traffico ferroviario ad alta velocita’ all’altezza della stazione di Bologna e punta piuttosto il dito contro un caso di sabotaggio. “Stiamo monitorando la situazione” dice il premier, “non e’ il primo” episodio, “era avvenuto prima in altri punti meno impattanti, per rispetto. Non vogliamo rievocare parole del passato, e’ in atto un sabotaggio, ma stiamo approfondendo quello che e’ accaduto e per rispetto di chi indaga non spendo una para’ di piu'”.

Poco prima il ministro dei trasporti Maurizio Lupi aveva definito l’incendio “un nuovo atto terroristico” contro la Tav e aveva assicurato: “non ci fermeranno nella strada di innovare e cambiare l’Italia”. L’incendio si e’ sviluppato vero le 4,30 nei pressi del nodo che collega la linea storica per Milano, la Tav e la linea per Verona. Piccoli focolai si sono sviluppati in prossimita’ della segnaletica fondamentale al passaggio dei treni.

 

 

L’incendio di questa mattina vicino Bologna è un atto terroristico contro la TAV. Ma non ci fermeranno nella strada di cambiare l’Italia

— Maurizio Lupi (@Maurizio_Lupi) 23 Dicembre 2014

La procura di Bologna ha aperto un fascicolo: la prima fase delle indagini e’ seguita direttamente dal procuratore capo Roberto Alfonso. Sono quattro i pozzetti dati alle fiamme alla stazione Santa Viola con una tecnica speculare a quella usata in un analogo episodio nel Fiorentino: in quelle circostanze ando’ a fuoco un solo pozzetto mentre a Bologna il rogo doloso ha interessato tutte e quattro le strutture. Non e’ stato facile estinguere le fiamme che hanno rischiato di lambire anche la linea elettrica sospesa, Sul luogo sono state trovate due scritte “No Tav”. (AGI)

Vai sul sito di AGI.it



Questo sito non rappresenta una testata giornalistica; viene aggiornato saltuariamente e non può quindi considerarsi un prodotto editoriale ai sensi della legge 62 del 07/03/2001. Inoltre viene utilizzato materiale tratto da siti/blog che possono essere ritenuti di dominio pubblico. Se per qualsiasi motivo gli autori del suddetto materiale, o persone citate nello stesso non gradissero, è sufficiente una email all'indirizzo apocalisselaica[@]gmail.com e provvederemo immediatamente alla rimozione.