TwitterFacebookGoogle+

Bombe New York, si cerca 28enne afghano Rahami

New York – Un 28enne afghano, Ahmad Khan Rahami, è ricercato in relazione alle due bombe piazzate sabato sera  – una è esplosa ferendo 29 persone – nel quartiere Chelsea a New York

Lo ha riferito la polizia ai media americani, che hanno diffuso la foto del ricercato. Sono ore di alta tensione negli Usa. Nella notte è stato trovato uno zaino contenente cinque ordigni nei pressi della stazione ferroviaria di Elizabeth, nel New Jersey. Uno degli ordini e’ esploso mentre un robot degli artificieri era all’opera per disinnescarlo. Intanto cinque persone, di cui non si conosce l’identità, sono state fermate per i fatti di Manhattan mentre viaggiavano a bordo di un veicolo sulla Belt Parkaway, una strada a sud di Brooklyn. L’Fbi di New York ha fatto sapere sul suo account Twitter di aver fermato un veicolo in relazione all’inchiesta, ma non ha confermato gli arresti.

Man mano che passano le ore si rafforza l’idea che l’attacco di New York e gli ordigni trovati in New Jersey (dove sabato era esplosa una bomba artigianale alla partenza di una corsa) possano avere dei collegamenti. Le autorità ritengono infatti che potrebbe esserci una cellula terroristica con molteplici componenti attiva nell’area di New York/New Jersey. Lo scrive la Nbc riferendo degli ultimi sviluppi nell’inchiesta.

Lo zaino con cinque ordigni ritrovato in New Jersey era stato abbandonato in un cestino dei rifiuti vicino i binari del treno. “Chiunque lo abbia lasciato nel cestino stava probabilmente cercando di disfarsene. Non e’ un’area troppo congesta” ha commentato il sindaco. 

Accoltella 8 persone in Minnesota, ucciso “soldato Isis”

Lo zaino e’ stato trovato domenica sera alle 21:30 ora locale, da due uomini che hanno subito allertato la polizia, perche’ avevano visto fuoriuscire fili e un tubo. Vicino non sono stati trovati telefoni cellulari ne’ dispositivi di cronometraggio, ha aggiunto il sindaco. Subito sono arrivati agenti di polizia e dell’Fbi e poco dopo l’ordigno, mentre era esaminato, e’ stato fatto esplodere. La polizia ha anche controllto tutti i cestini di rifiuti della zona, ma non ha trovato altri ordigni sospetti. 

L’ordigno e’ esploso poco dopo la mezzanotte ora locale, mentre l’Fbi lavorava per disarmare i quattro altri ordigni. “A giudicare dalla potenza dell’esplosione, penso che la gente sarebbe stata gravemente colpita o ferita se fosse stata nelle vicinanze”, ha aggiunto il sindaco Bollwage.

Caos traffico – La societa’ che gestisce i collegamenti, New Jersey Transit, ha sospeso i servizi tra l’aeroporto Newark Liberty Airport ed Elizabeth e mentre i treni diretti ad Amtrak New Jersey sono stati fermati a New York Penn Station.(AGI)

Questo sito non rappresenta una testata giornalistica; viene aggiornato saltuariamente e non può quindi considerarsi un prodotto editoriale ai sensi della legge 62 del 07/03/2001. Inoltre viene utilizzato materiale tratto da siti/blog che possono essere ritenuti di dominio pubblico. Se per qualsiasi motivo gli autori del suddetto materiale, o persone citate nello stesso non gradissero, è sufficiente una email all'indirizzo apocalisselaica[@]gmail.com e provvederemo immediatamente alla rimozione.