TwitterFacebookGoogle+

Borsa Tokyo s'invola, Nikkei chiude a +3,23%

Tokyo – La borsa di Tokyo chiude in rally, a dimostrazione che la propensione al rischio degli investitori e’ cambiata. Lo yen scende sul dollaro e ieri i listini europei e Wall Street sono saliti, anche grazie al rialzo del prezzo del petrolio, che oggi ha rallentato la sua corsa. L’indice Nikkei termina in rialzo del 3,23% a 16,911.05 punti. La banca centrale di Singapore allenta la sua politica monetaria per dare una mano all’economia. Il Mas, la Monetary Authority of Singapore, porta il dollaro locale ad un apprezzamento dello “zero per cento”, rispetto alla precedente politica di un “graduale e modesto” apprezzamento. Singapore preferisce usare la leva valutaria piuttosto che quella dei tassi per indirizzare il costo del denaro. Inoltre il Mas taglia le sue stime sull’economia e in una nota prevede un’espansione “modesta” nel 2016, tra l’!5 e l’1,3%, contro il +2% del 2015. L’ultima volta che il Mas aveva portato la moneta locale a quota zero di apprezzamento era stato il 2008. sis. L’anno scorso aveva rialzato due volte il livello del dollaro locale. L’annuncio odierno ha fatto deprezzare dello 0,9% la moneta di Singapore, scesa ai minimi dalla fine di marzo, dopo essersi apprezzata del 7,4% negli scorsi mesi.Mentre la banca centrale cinese ha deciso il piu’ forte taglio da tre mesi del cambio dello yuan, rispondendo cosi’ al rafforzamento del biglietto verde. La banca centrale ha ridotto dello 0,46% il corso dello yuan a 6.4891 sul dollaro, mantenendo la fluttuazione del 2%. Il ribasso della valuta favorisce gli esportatori, anche se Pechino ha ripetutamente detto che la sua intenzione non e’ qualla di andare verso una svalutazione dello yuan, che tra l’atro rischia di favorire massicci deflussi di capitali. La mossa odierna e’ dunque interpretata come una manovra overnight per contrastare l’ascesa del dollaro. Lo dimostrano le massicce iniezioni di liquidita sui mercati. Ieri la banca centrale ha fornito 285 miliardi di yuan a 17 istituti bancari a medio termine. Sul mercato onshore lo yuan e’ quotato 6.4837 sul dollari, in calo dello 0,25%. (AGI) 

Questo sito non rappresenta una testata giornalistica; viene aggiornato saltuariamente e non può quindi considerarsi un prodotto editoriale ai sensi della legge 62 del 07/03/2001. Inoltre viene utilizzato materiale tratto da siti/blog che possono essere ritenuti di dominio pubblico. Se per qualsiasi motivo gli autori del suddetto materiale, o persone citate nello stesso non gradissero, è sufficiente una email all'indirizzo apocalisselaica[@]gmail.com e provvederemo immediatamente alla rimozione.