TwitterFacebookGoogle+

Borsa: Volkswagen condiziona settimana (-0,82%)giu' galassia Fiat

(AGI) – Milano, 26 set. – Settimana negativa per la Borsa di Milano in linea con gli altri listini europei, tutti travolti dalle vendite che hanno bersagliato i titoli dei gruppi automobilistici dopo lo scandalo che ha colpito Volkswagen per la falsificazione dei dati sulle emissione dei suoi motori diesel negli Stati Uniti. Sembrano invece ridursi i timori legati all’andamento dell’economia cinese dopo che il presidente, Xi Jinping, ha fornito rassicurazioni sulla volonta’ di Pechino di attuare riforme in modo che la Cina possa dipendere in futuro maggiormente dai consumi interni e meno dalle esportazioni. Nelle cinque sedute dell’ottava il Ftse Mib e’ arretrato dello 0,82% a quota 21.339 punti; All Share -0,79%. In forte calo, sul listino principale, l’intera filiera della famiglia Agnelli; denaro invece sui titoli del comparto lusso. Il tonfo di Volkswagen si e’ fatto dunque sentire sui titoli del Lingotto, con Fiat Chrysler a -8,15%, CnhI -7,01%, mentre la controllante Exor ha perso 5,24%. Tra gli altri industriali, Finmeccanica -4,21%. Ben intonato il lusso: Ferragamo +1,37%, Tod’s +2,25%, Luxottica +4,26%, Geox +6,61%. Contrastati energetici (Enel +1,39%, Eni -3,58%) e finanziari, con Unicredit a -1,05%, Intesa Sanpaolo +1,62%, Mediobanca -0,06%, Generali +1%, Mps – che in settimana ha raggiunto un accordo per archiviare definitivamente il capitolo sul derivato Alexandria – e’ arretrata del 4,66%. Invariata Telecom Italia che venerdi’ ha riunito il cda in Brasile: quest’ultimo ha confermato la strategita’ del Sud America e dato mandato all’ad, Marco Patuano, di valutare la valorizzazione della controllata Inwit (+3,97%). (AGI) .

Vai sul sito di AGI.it

Questo sito non rappresenta una testata giornalistica; viene aggiornato saltuariamente e non può quindi considerarsi un prodotto editoriale ai sensi della legge 62 del 07/03/2001. Inoltre viene utilizzato materiale tratto da siti/blog che possono essere ritenuti di dominio pubblico. Se per qualsiasi motivo gli autori del suddetto materiale, o persone citate nello stesso non gradissero, è sufficiente una email all'indirizzo apocalisselaica[@]gmail.com e provvederemo immediatamente alla rimozione.