TwitterFacebookGoogle+

Borse europee chiudono in calo con petrolio e Wall Street

(AGI) – Roma, 24 feb. – Le borse europee chiudono in forte calo, estendendo le perdite nell’ultima fase di seduta in linea con l’andamento pesante di Wall Street e il ritorno in ribasso delle quotazioni del petrolio. A segnare i ribassi piu’ consistenti non sono pero’ i petroliferi (il peggiore Repsol a -4,36%; seguono Bp a -3,33%, Total a -2,35% e Shell a -2,13%) bensi’ i bancari, soprattutto a Madrid (Santander -5,12%, Bbva -4,97%). E’ quindi la borsa spagnola a indossare la maglia nera, con l’indice Ibex giu’ del 3,07%. Soffre meno Parigi (Cac 40 -1,96% a 4.155 punti), dove il bancario piu’ venduto e Credit Agricole (-3,27%) e affonda Axa (-4,12%).
Arretra del 2,64% a 9.168 punti il Dax di Francoforte, dove oltre ai bancari (Deutsche Bank -3,91%, Commerzbank -3,82%) e’ nel mirino il settore dell’auto (Bmw -4,20%, Daimler -4,33%, Volkswagen -4,51%). Su Londra, dove il ‘footsie’ cede l’1,60% a 5.867 punti, proseguono le ingenti vendite sui minerari, a partire da Anglo American (-10,22%) e Bhp Billiton (-8,30%). L’Ftse Mib di Milano, infine, lascia sul terreno il 2,59% a 16.719 punti
.

Questo sito non rappresenta una testata giornalistica; viene aggiornato saltuariamente e non può quindi considerarsi un prodotto editoriale ai sensi della legge 62 del 07/03/2001. Inoltre viene utilizzato materiale tratto da siti/blog che possono essere ritenuti di dominio pubblico. Se per qualsiasi motivo gli autori del suddetto materiale, o persone citate nello stesso non gradissero, è sufficiente una email all'indirizzo apocalisselaica[@]gmail.com e provvederemo immediatamente alla rimozione.