TwitterFacebookGoogle+

Borse europee: chiudono negative, pesano banche ed euro forte

(AGI) – Roma, 31 mar. – Chiusura negativa per le borse europee. Il forte apprezzamento dell’euro e le sue conseguenze negative per le esportazioni innescano vendite generalizzate su tutti i settori. Le banche rimangono comunque nel mirino a causa dei timori per gli effetti dei tassi negativi sulla redditivita’, rafforzati dall’esplicito allarme lanciato dalla Bundesbank. Pesanti anche gli energetici (Total -2,10%, Repsol -1,61%, Bp -1,34%), nonostante il leggero recupero del greggio. Tra i pochi titoli in controtendenza spicca ArcelorMittal, che segna un balzo del 3%.
L’Ftse 100 di Londra cede lo 0,46% a 6.175 punti, il Dax di Francoforte scende dello 0,81% a 9.965 punti, il Cac 40 di Parigi scivola dell’1,34% a 4.385 punti, l’Ftse Mib di Milano arretra dell’1,41% a quota 18.116 punti, l’Ibex di Madrid segna -1,67% a 8.722 punti. (AGI)
Rme/Fra

Questo sito non rappresenta una testata giornalistica; viene aggiornato saltuariamente e non può quindi considerarsi un prodotto editoriale ai sensi della legge 62 del 07/03/2001. Inoltre viene utilizzato materiale tratto da siti/blog che possono essere ritenuti di dominio pubblico. Se per qualsiasi motivo gli autori del suddetto materiale, o persone citate nello stesso non gradissero, è sufficiente una email all'indirizzo apocalisselaica[@]gmail.com e provvederemo immediatamente alla rimozione.