TwitterFacebookGoogle+

Boschi e Boldrini al funerale di Riina, una foto fake condivisa migliaia di volte su Facebook

Possibile vedere Maria Elena Boschi, e Laura Boldrini, partecipare al funerale di Totò Riina? C’è chi non fa caso neanche al fatto che quelle esequie non siano state celebrate. E allora il post sulla pagina Facebook di Mario De Luise, che sceglie il simbolo di una locandina M5S come sua foto profilo, scatena l’ira Dem e della sottosegretaria alla Presidenza del Consiglio. Sul suo profilo numerosi post di siti di contro informazione, con notizie palesemente false sulla politica italiana, sull’euro. Non si sa chi sia l’autore, né se effettivamente sia legato in qualche modo al movimento, e non è nemmeno escluso si tratti di un profilo troll. Resta però il gesto e la viralità che ha generato.

“Guardate questo profilo, spero falso. Guardate che schifo. Sono mesi che subisco e subiamo di tutto, ma qui si passa il limite”, scrive Boschi sempre sul social postando a sua volta quell’immagine che la ritrae con la presidente della Camera ed altri esponenti Dem tra i banchi di una chiesa. Solo che la situazione era ben altra, ed è il senatore Dem Francesco Verducci, anche lui nella foto, a chiarirlo:

“In rete gira questa foto. La posta un tale che ha nella sua immagine profilo il logo di una tristemente nota sigla politica. Io ricordo bene questa foto. Eravamo nel Duomo di Fermo, era domenica pomeriggio. Era il 10 luglio del 2016. Partecipavamo alle esequie di Emmanuel, ragazzo nigeriano che, fuggito dalla guerra, ha trovato una morte ingiusta da noi in seguito ad una colluttazione nata da un epiteto razzista. Fu un momento di tributo e commozione, in nome della vita”.

“Oggi quella foto, quella verità, vengono deformate e oltraggiate, perché qualche vigliacco senza morale vuol vedere l’effetto che fa in rete accostare nomi e visi di persone perbene, impegnate in politica, che da una vita combattono mafie, razzismi, soprusi a quello di ‘Riina’. Non c’è limite a nulla”, è lo sconforto condiviso dal senatore Pd. “È un meccanismo canagliesco – denuncia che in Italia abbiamo combattuto e vinto, ai tempi del fascismo. Quei tempi non torneranno”. 

Articolo originale Agi Agenzia Italia

Questo sito non rappresenta una testata giornalistica; viene aggiornato saltuariamente e non può quindi considerarsi un prodotto editoriale ai sensi della legge 62 del 07/03/2001. Inoltre viene utilizzato materiale tratto da siti/blog che possono essere ritenuti di dominio pubblico. Se per qualsiasi motivo gli autori del suddetto materiale, o persone citate nello stesso non gradissero, è sufficiente una email all'indirizzo apocalisselaica[@]gmail.com e provvederemo immediatamente alla rimozione.