TwitterFacebookGoogle+

Bruxelles: riparte metropolitana ma molte stazioni chiuse

Bruxelles – Tante stazioni fantasma nella metro di Bruxelles nel giorno della ripresa delle attivita’ dopo il fine settimana di Pasqua. Dopo l’attacco terrorista alla stazione di Maelbeek del 22 marzo, la capitale belga tenta un lento ritorno alla normalita’ riaprendo parzialmente la rete della metro. Tutte le linee funzionano, anche se non in maniera regolare. Non tutte le stazioni sono servite. Molte, per ragioni di sicurezza, sono chiuse al pubblico, e i treni vi transitano illuminando per un attimo banchine buie e vuote.

L’unica stazione non visibile e’ proprio quella di Maelbeek. Qui e’ stata eretta una barriera che non consente di guardare la scena. A ogni stazione annunci in doppia lingua – francese e olandese – informano delle fermate che non verranno effettuate, elencando le stazioni chiuse. Quelle aperte lo sono invece parzialmente: per ragioni di sicurezza c’e’ solo un punto di ingresso, con nastri bianco-rossi a evidenziare gli accessi interdetti e a suggerire il percorso forzato. Sono comunque in molti a usare la metro, nonostante tutto. I vagoni sono tutt’altro che vuoti e nelle stazioni funzionanti il flusso di gente che sale e scende dal treno mostra che sono in tanti a non aver paura. (AGI)

Questo sito non rappresenta una testata giornalistica; viene aggiornato saltuariamente e non può quindi considerarsi un prodotto editoriale ai sensi della legge 62 del 07/03/2001. Inoltre viene utilizzato materiale tratto da siti/blog che possono essere ritenuti di dominio pubblico. Se per qualsiasi motivo gli autori del suddetto materiale, o persone citate nello stesso non gradissero, è sufficiente una email all'indirizzo apocalisselaica[@]gmail.com e provvederemo immediatamente alla rimozione.