TwitterFacebookGoogle+

Bufera stipendi Rai, Maggioni e Dall'Orto mercoledì in Vigilanza

Roma – Lo scontro politico sugli stipendi dei dirigenti Rai arriva  in commissione di Vigilanza. Mercoledì saranno sentiti la presidente della Rai Monica Maggioni e il direttore generale Antonio Campo Dall’Orto”, ha scritto su facebook Roberto Fico. Il presidente pentastellato della commissione bicamerale ha spiegato che “i vertici Rai sono stati convocati per fare il punto sul Piano per la trasparenza e la comunicazione aziendale che obbliga l’azienda a pubblicare sul proprio sito una serie di informazioni tra cui quelle su retribuzioni e curricula di dirigenti e consulenti”. “Sara’ l’occasione anche per chiedere conto dello sforamento del tetto dei 240mila euro per gli stipendi Rai. “L’audizione sara’ trasmessa in streaming sulla web tv della Camera dei Deputati. Potrete seguire la diretta a partire dalle ore 14”, scrive ancora l’esponente M5S.

Il Cda della Rai, intanto, si è riunito e ha espresso “sostegno ai vertici” per l’operazione trasparenza avviata e ha invocato la soluzione del problema per i dirigenti senza incarico, che continuano a percepire lauti stipendi. Il caso, in attesa della pubblicazione online di tutti i nomi e le cifre, ha aperto un nuovo fronte di scontro fra Pd e Cinque Stelle. Beppe Grillo ha lanciato la campagna social con l’hashtag #Pdpagatu, sottolineando che “lo sforamento del tetto di 240.000 euro è stato possibile grazie a un cavillo, del quale il movimento 5 stelle con un emendamento ha chiesto l’eliminazione, ma tutto il Pd ha votato contro”. “La responsabilità di questo megaspreco è loro. Se fosse stata applicata la legge si sarebbero risparmiati milioni di euro all’anno”, ha denunciato il post pubblicato sul blog di Beppe Grillo.

 Dal Pd si replica che la pubblicazione degli stipendi Rai è merito della riforma voluta dal governo Renzi mentre i pentastellati “presiedono la Vigilanza da quasi tre anni e non sono riusciti mai ad essere decisivi ed incisivi su nulla”.  (AGI)
Questo sito non rappresenta una testata giornalistica; viene aggiornato saltuariamente e non può quindi considerarsi un prodotto editoriale ai sensi della legge 62 del 07/03/2001. Inoltre viene utilizzato materiale tratto da siti/blog che possono essere ritenuti di dominio pubblico. Se per qualsiasi motivo gli autori del suddetto materiale, o persone citate nello stesso non gradissero, è sufficiente una email all'indirizzo apocalisselaica[@]gmail.com e provvederemo immediatamente alla rimozione.