TwitterFacebookGoogle+

Camera: ufficio presidenza, per ora no rimborsi a partiti

(AGI) – Roma, 29 lug. – I partiti non riceveranno i soldi dei rimborsi ne’ del co-finanziamento entro la fine di luglio cosi’ come avrebbero dovuto. Lo ha stabilito l’ufficio di presidenza della Camera approvando a maggioranza – con 3 voti contrari di M5S e un astenuto di Fdi – la relazione di Gianni Melilla che stabilisce che “non ci sono le condizioni per erogare nemmeno la prima parte di contributi ai partiti che potra’ avvenire esclusivamente dopo i giudizi di conformita’ alla legge e le eventuali sanzioni”. La vicenda si trascina da alcuni mesi e ha che fare con quanto prevede la legge sull’abolizione del finanziamento pubblico ai partiti, varata dal governo Letta, che stabilisce una graduale riduzione di fondi fino al 2017, (e che per il 2015 e’ pari al 50%). Ma per ottenere questa parte di contributi la legge stabilisce che i partiti mandino un rendiconto dettagliato delle loro spese a una commissione di garanzia, presieduta da Luciano Calamaro. Documentazione che in effetti i partiti hanno inviato, come e’ stato spiegato ai giornalisti. Ma Calamaro a meta’ maggio aveva scritto ai vertici delle Camere per dire che avrebbe avuto bisogno di personale contabile per valutare la regolarita’ dei rendiconti. Pero’, altra complicazione, per fornire personale alla commissione serve una legge dello Stato, legge che e’ all’esame della commissione Affari costituzionali della Camera. Nella sua relazione, Melilla ha spiegato che “i partiti subiranno questa decisione pur avendo fornito tutta la documentazione relativa al 2013”, insomma “non si sono sottratti ai controlli come racconta la stampa” ma per il momento non potranno avere i soldi dei rimborsi ne’ del co-finanziamento. .
Vai sul sito di AGI.it

Questo sito non rappresenta una testata giornalistica; viene aggiornato saltuariamente e non può quindi considerarsi un prodotto editoriale ai sensi della legge 62 del 07/03/2001. Inoltre viene utilizzato materiale tratto da siti/blog che possono essere ritenuti di dominio pubblico. Se per qualsiasi motivo gli autori del suddetto materiale, o persone citate nello stesso non gradissero, è sufficiente una email all'indirizzo apocalisselaica[@]gmail.com e provvederemo immediatamente alla rimozione.