TwitterFacebookGoogle+

Camerun: bambina imbottita di esplosivo, almeno 20 i morti

(AGI) – Yaounde’, 26 lug. – Una bambina attentatrice suicida ha ucciso almeno 20 persone facendosi esplodere in un bar di Maroua, nel nord del Camerun. Non ci sono finora rivendicazioni, ma si ipotizza che l’attacco sia opera degli integralisti islamici nigeriani di Boko Haram, che di recente hanno compiuto varie sanguinonse incursioni in villaggi frontalieri, costate la vita a 25 civili. A Maroua, importante citta’ commerciale al convergere dei confini tra Camerun, Nigeria e Ciad, tre giorni fa due attentati simultanei avevano causato 13 morti. Anche in questo caso si ritiene che a colpire sia stato Boko Haram. Secondo la tv statale, l’attentatrice che si e’ immolata nel bar aveva 12 anni. Nella deflagrazione sono rimaste ferite 79 persone. Il bar “Boucan” era uno dei locali piu’ noti e frequentati di Maroua. La forze di sicurezza hanno subito compiuto rastrellamenti nella zona e hanno arrestato diverse persone, sempre secondo la tv statale. (AGI) .
Vai sul sito di AGI.it

Questo sito non rappresenta una testata giornalistica; viene aggiornato saltuariamente e non può quindi considerarsi un prodotto editoriale ai sensi della legge 62 del 07/03/2001. Inoltre viene utilizzato materiale tratto da siti/blog che possono essere ritenuti di dominio pubblico. Se per qualsiasi motivo gli autori del suddetto materiale, o persone citate nello stesso non gradissero, è sufficiente una email all'indirizzo apocalisselaica[@]gmail.com e provvederemo immediatamente alla rimozione.