TwitterFacebookGoogle+

Camorra: Alfano, a Napoli -6, 3% reati nei primi 7 mesi 2015

(AGI) – Roma, 29 set. – “Questa mattina, durante il Comitato per l’ordine e la sicurezza pubblica abbiamo fatto un ottimo lavoro”. Ad affermarlo e’ il ministro dell’Interno, Angelino Alfano, sottolineando come “il controllo capillare del territorio a Napoli e nella sua provincia ha gia’ ottenuto sensibili risultati che adesso puntiamo a incrementare. Nella provincia di Napoli, infatti, nei primi sette mesi dell’anno rispetto allo stesso periodo dell’anno precedente, si registra un trend decrescente del -6,3% dell’indice di delittuosita’. Questo e’ dimostrato, per esempio, dalla diminuzione delle rapine (-17,1%), dei furti (-0,9%) e dei reati in materia di stupefacenti (-10,8%)”. “Importante – continua Alfano – anche il dato favorevole sul piano del contrasto in relazione alle persone denunciate e arrestate (+27,3%) e quello relativo all’aggressione ai patrimoni illecitamente accumulati: dal primo gennaio a oggi sono stati sequestrati alla criminalita’ organizzata 927 beni per un valore di quasi 300 milioni di euro, mentre sono stati confiscati 80 beni per un valore di oltre 11 milioni di euro. Proprio perche’ non ci accontentiamo – conclude il ministro – vogliamo fare ancora di piu’ e ancora meglio per garantire ai cittadini onesti di vivere senza paura e per assicurare alla giustizia i criminali”. Al Comitato hanno partecipato il viceministro, Filippo Bubbico, il capo di gabinetto, Luciana Lamorgese, il prefetto di Napoli, Gerarda Pantalone, i vertici nazionali e della provincia di Napoli delle forze dell’ordine, della Dia e dei servizi di intelligence, il procuratore nazionale antimafia, Franco Roberti, il procuratore generale presso la Corte di Appello di Napoli, Luigi Riello, il procuratore della Repubblica presso il Tribunale, Giovanni Colangelo. (AGI) .
Vai sul sito di AGI.it

Questo sito non rappresenta una testata giornalistica; viene aggiornato saltuariamente e non può quindi considerarsi un prodotto editoriale ai sensi della legge 62 del 07/03/2001. Inoltre viene utilizzato materiale tratto da siti/blog che possono essere ritenuti di dominio pubblico. Se per qualsiasi motivo gli autori del suddetto materiale, o persone citate nello stesso non gradissero, è sufficiente una email all'indirizzo apocalisselaica[@]gmail.com e provvederemo immediatamente alla rimozione.