TwitterFacebookGoogle+

Camorra, ucciso fratello boss: 2 colpi in testa mentre era a letto

Napoli – Giuseppe Sarno, 53 anni, fratello del boss Carmine è stato ucciso a Napoli mentre era in casa sua. L’esecuzione in un appartamento del quartiere Ponticelli, in via De Meis; i sicari sono entrati e hanno sorpreso l’uomo mentre era a letto, sparandogli due colpi alla testa.

Contemporaneamente ignoti hanno citofonato a casa dei parenti dell’uomo, annunciandone la morte, intorno alle quattro del mattino. Una nipote è andata a controllare e ha trovato il cadavere. Sul caso indaga la polizia. Il quartiere di Ponticelli da tempo è attraversato da fibrillazioni tra cosche, in una contesa aperta dopo la disarticolazione del clan Sarno, un tempo tra i più potenti di Napoli, dovuta a pentimenti e arresti. L’obiettivo della ‘guerra’ è sempre quello del controllo della piazze di spaccio dell’area. (AGI)

Questo sito non rappresenta una testata giornalistica; viene aggiornato saltuariamente e non può quindi considerarsi un prodotto editoriale ai sensi della legge 62 del 07/03/2001. Inoltre viene utilizzato materiale tratto da siti/blog che possono essere ritenuti di dominio pubblico. Se per qualsiasi motivo gli autori del suddetto materiale, o persone citate nello stesso non gradissero, è sufficiente una email all'indirizzo apocalisselaica[@]gmail.com e provvederemo immediatamente alla rimozione.