TwitterFacebookGoogle+

Campane rumorose a Lavagna (GE), chiesa condannata a pagare 18 mila euro

Una parrocchia di Lavagna (GE) è stata condanna a pagare 18 mila euro a una signora, disturbata da 30 anni dal rumore eccessivo delle vicine campane a tutte le ore, che le hanno causato un’invalidità permanente riconosciuta del 7%. La sentenza è della corte d’appello di Genova, che riduce l’entità del risarcimento (in primo grado la condanna era per 60 mila euro) ma ribadisce un principio importante dal punto di vista laico.

Il parroco aveva impugnato il primo pronunciamento, appellandosi ai Patti Lateranensi che garantiscono libertà di esercizio per il culto, ma il tribunale ha stabilito che tale libertà non può entrare in contrasto con le leggi nazionali. Secondo i giudici, le campane non sono menzionate quali strumenti per l’esercizio del culto, quindi il loro uso “deve essere esercitato nel rispetto dei diritti costituzionalmente garantiti, in particolare quello alla salute”. L’Uaar fornisce assistenza a chi viene disturbato dallo scampanio eccessivo, in modo da farlo rientrar nei limiti di legge come qualsiasi emissione sonora.

Campane troppo rumorose, parroco condannato

 

Questo sito non rappresenta una testata giornalistica; viene aggiornato saltuariamente e non può quindi considerarsi un prodotto editoriale ai sensi della legge 62 del 07/03/2001. Inoltre viene utilizzato materiale tratto da siti/blog che possono essere ritenuti di dominio pubblico. Se per qualsiasi motivo gli autori del suddetto materiale, o persone citate nello stesso non gradissero, è sufficiente una email all'indirizzo apocalisselaica[@]gmail.com e provvederemo immediatamente alla rimozione.