TwitterFacebookGoogle+

 Campo dell'orrore in New Mexico, la polizia libera 11 bambini

 

Undici minori di età compresa tra 1 e 15 anni sono stati liberati da un campo dell’orrore nel New Mexico, dove erano tenuti “nelle peggiori condizioni e in assoluta povertà” sotto il controllo di uomini armati. Lo ha riferito la polizia locale che nell’operazione ha arrestato due persone. Il blitz è scaturito da un’inchiesta sul rapimento – diversi mesi fa – di un bimbo di tre anni. “I bambini erano così affamati che sembravano dei rifugiati di Paesi del terzo mondo”, ha raccontato lo sceriffo della contea di Taos, Jerry Hogrefe. “Non solo non avevano cibo né acqua, ma non indossavano nemmeno le scarpe e non c’era per loro alcuna forma di igiene personale”. 

Articolo originale Agi Agenzia Italia

Questo sito non rappresenta una testata giornalistica; viene aggiornato saltuariamente e non può quindi considerarsi un prodotto editoriale ai sensi della legge 62 del 07/03/2001. Inoltre viene utilizzato materiale tratto da siti/blog che possono essere ritenuti di dominio pubblico. Se per qualsiasi motivo gli autori del suddetto materiale, o persone citate nello stesso non gradissero, è sufficiente una email all'indirizzo apocalisselaica[@]gmail.com e provvederemo immediatamente alla rimozione.