TwitterFacebookGoogle+

Cantone, sanità terreno di scorribande delinquenti

Roma – La sanità è un “terreno di scorribande da parte di delinquenti di ogni tipo, è un mondo su cui ci sono i maggiori interessi economici anche in tempi di crisi”. Lo ha detto Raffaele Cantone, presidente dell’Autorità nazionale anticorruzione, intervenendo al convegno dedicato alla prima Giornata nazionale contro la corruzione in sanità, in corso al Tempio di Adriano, a Roma. Cantone ha parlato di una sanità italiana dagli standard elevatissimi, “ma la corruzione abbassa il livello dei servizi”. Il presidente dell’Anac non ha fornito numeri, preferendo la cautela in proposito, “ma credo che in sanità vi sia un problema molto significativo sia in sprechi che in fatti corruttivi”. L’Anac è già intervenuta definendo il nuovo piano anticorruzione, “concordato anche con i tecnici del ministero della Salute” e prossimamente – ha annunciato – sarà firmato un altro protocollo “per andare a controllare come i piani anticorruzione vengano applicati”. Cantone infatti ha rilevato l’importanza di verificare “se le Asl stanno facendo davvero le linee guida anticorruzione, capire se le carte sono solo messe a posto in modo burocratico oppure se c’è una vera applicazione delle misure”.

Questo sito non rappresenta una testata giornalistica; viene aggiornato saltuariamente e non può quindi considerarsi un prodotto editoriale ai sensi della legge 62 del 07/03/2001. Inoltre viene utilizzato materiale tratto da siti/blog che possono essere ritenuti di dominio pubblico. Se per qualsiasi motivo gli autori del suddetto materiale, o persone citate nello stesso non gradissero, è sufficiente una email all'indirizzo apocalisselaica[@]gmail.com e provvederemo immediatamente alla rimozione.