TwitterFacebookGoogle+

Cdr e direzione Agi, non lasciamo da solo Paolo Borrometi

“Fallo ammazzare, ma che c…. ci interessa”. E’ così che il boss di Cosa nostra della provincia di Siracusa, Salvatore Giuliano parla del nostro collega Paolo Borrometi. Questa volta non si tratta di vili minacce in una lettera anonima o di un post sui social network. Queste sono le intercettazioni del colloquio con un altro boss, Giuseppe Vizzini. I due parlano dell’uccisione di Paolo Borrometi in termini odiosamente aberranti. Uno spaccato allucinante delle condizioni in cui Paolo è costretto a vivere e lavorare.
Il Cdr, la direzione e tutti i giornalisti dell’Agenzia Italia sono al fianco di Paolo Borrometi e respingono con fermezza le odiose intimidazioni contro di lui. Paolo Borrometi non è solo e non deve essere lasciato solo dallo Stato.

Articolo originale Agi Agenzia Italia

Questo sito non rappresenta una testata giornalistica; viene aggiornato saltuariamente e non può quindi considerarsi un prodotto editoriale ai sensi della legge 62 del 07/03/2001. Inoltre viene utilizzato materiale tratto da siti/blog che possono essere ritenuti di dominio pubblico. Se per qualsiasi motivo gli autori del suddetto materiale, o persone citate nello stesso non gradissero, è sufficiente una email all'indirizzo apocalisselaica[@]gmail.com e provvederemo immediatamente alla rimozione.