TwitterFacebookGoogle+

Charleston: Obama, troppe stragi in Usa; e' ora di agire su armi

(AGI) – Washington, 18. – “Negli altri Paesi avanzati questi massacri di massa non avvengono con la stessa frequenza: e’ arrivato il momento di agire”. Cosi’ il presidente Barack Obama, nel suo messaggio alla nazione sulla strage di Charleston, ha sottolinato l’esigenza di intervenire sul controllo delle armi negli Stati Uniti. “Troppe volte ho dovuto rilasciare questo tipo di dichiarazioni – ha affermato – e ancora una volta della gente innocente e’ stata uccisa perche’ qualcuno con l’intenzione di fare del male non ha avuto difficolta’ ad impossessarsi di una pistola. E’ se ora e’ il momento del lutto e della guarigione”, occorre anche che l’America cambi atteggiamento rispetto alla questione della violenza armata: noi possiamo fare qualcosa”. Dylann Roof, il giovane preso in custodia per la strage, aveva ricevuto come regalo dal padre la pistola con cui ha ucciso 9 persone nella storica chiesa afroamericana Mother Emmanuel, come regalo per il suo 21esimo compleanno, circa un mese fa. Obama e la first lady Michelle conoscevano “personalmente” molti parrocchiani della chiesa di Charleston, compreso il pastore ucciso. “Il fatto che cio’ sia accaduto in una chiesa afroamericana solleva questioni sul lato oscuro delle nostra storia”, ha osservato il presidente. “Le loro vite sono state significative e sono morte valorosamente”, ha detto Obama citando il discorso funebre di Martin Luther King Jr. per le 4 bimbe morte in un attentato in una chiesa a Birmingham, in Alabama, nel 1963. E’ dal tragico massacro di bambini del 2012 nella scuola elementare Sandy Hook, in Connecticut, che il presidente insiste con forza sulla necessita’ di imporre controlli sulla vendita di armi. “Un assassinio senza senso”, cosi’ Obama ha espresso la sua “rabbia ed angoscia” per il massacro avvenuto in un “posto simbolo” della lotta contro la schiavitu’, “fondato da afroamericani alla ricerca della libera’” e dunque “un posto sacro – ha concluso – per la storia di Charleston e per l’America. .
Vai sul sito di AGI.it



Questo sito non rappresenta una testata giornalistica; viene aggiornato saltuariamente e non può quindi considerarsi un prodotto editoriale ai sensi della legge 62 del 07/03/2001. Inoltre viene utilizzato materiale tratto da siti/blog che possono essere ritenuti di dominio pubblico. Se per qualsiasi motivo gli autori del suddetto materiale, o persone citate nello stesso non gradissero, è sufficiente una email all'indirizzo apocalisselaica[@]gmail.com e provvederemo immediatamente alla rimozione.