TwitterFacebookGoogle+

Che cosa è stato il boato che si è sentito in Lombardia

Il boato avvertito in Lombardia è il classico assordante rumore provocato dalla rottura della barriera del suono. Si parla di “barriera del suono” o anche “muro del suono” in quanto la resistenza dell’aria aumenta in maniera sempre maggiore con l’aumentare della velocità dell’aereo, e diventa molto elevata, quasi una barriera fisica, quando la velocità si approssima a Mach 1 (1200 km/h al livello del mare, 1050 km/h a 1100 metri di quota). Perché proprio in quel momento le molecole d’aria non fanno più in tempo a spostarsi per lasciare spazio all’aereo e vengono urtate, provocando quello che è noto come un “bang” sonico.

Oltre a un aereo che vola a velocità superiore a quella del suono in aria, questo rumore si ha anche quando si fa schioccare una frusta. Il suono è in questo caso prodotto dall’estremità della frusta che supera la barriera del suono. Il primo uomo che ha rotto la barriera del suono è stato il pilota americano Charles “Chuck” Yeager nel 1947 con un un aereo-razzo Bell XS-1 . In quell’occasione si udirono due fragorosi boati. Felix Baumgartner, invece, è stato il primo uomo a raggiungere il muro del suono ed abbatterlo, in caduta libera il 14 ottobre 2012.

Articolo originale Agi Agenzia Italia

Questo sito non rappresenta una testata giornalistica; viene aggiornato saltuariamente e non può quindi considerarsi un prodotto editoriale ai sensi della legge 62 del 07/03/2001. Inoltre viene utilizzato materiale tratto da siti/blog che possono essere ritenuti di dominio pubblico. Se per qualsiasi motivo gli autori del suddetto materiale, o persone citate nello stesso non gradissero, è sufficiente una email all'indirizzo apocalisselaica[@]gmail.com e provvederemo immediatamente alla rimozione.