TwitterFacebookGoogle+

Chi c'era davvero alla cena con Renzi e Obama

Alle 18.30 in punto di lunedì sera, in una sala affrescata dal Tiepolo a Palazzo Clerici, il gotha dell’imprenditoria italiana e due ex premier – Matteo Renzi e Mario Monti – si sono seduti a tavola per una cena super-esclusiva con un ospite d’eccezione: Barack Obama. L’ex presidente Usa è arrivato lunedì a Milano per una due giorni che, secondo gli analisti, segna il suo ritorno sulla scena internazionale. Ma, nonostante, la formalità della location e il menù pluristellato, la cena organizzata da Ispi si è svolta all’insegna dell’informalità, a iniziare dal dress-code. Unico riluttante Monti arrivato in cravatta: “Renzi gliel’ha fatta togliere”, scrive il “Corriere della Sera“. 

Assente l’ad di Fiat Sergio Marchionne che “ha dovuto dare forfait all’ultimo minuto”, spiega il “Corriere”. Così come Donatella Versace. Ecco tutti gli invitati, secondo la stampa italiana: 

  • Paolo Magri, direttore Ispi 
  • Mario Monti, ex premier
  • Matteo Renzi, ex premier e segretario Pd
  • Marco Tronchetti Provera, ad di Pirelli
  • Maria Luisa Todini, Presidente di Poste
  • Giampiero Massolo, Presidente Ispi
  • Franco Bruni, vicepresidente Ispi
  • Emma Marcecaglia, Presidente Eni
  • Marco Gualtieri, organizzatore Seeds and Chips
  • Carlo Secchi, Vicepresidente Ispi
  • Marco Gaiani, ad di Levi’s Italia
  • Luca Cordero di Montezemolo, Imprenditore
  • Paolo Baratta, Presidente Biennale Venezia
  • Diego Della Valle, Imprenditore
  • John Elkhann, Presidente Fca 
  • Enrico Cucchiani, banchiere

In cucina, invece, c’erano i fratelli Enrico, Roberto e Francesco Cerea del ristorante tre stelle Michelin “Da Vittorio di Brusaporto, in provincia di Bergamo. Gli chef hanno spiegato di essere stati informati solo 2 giorni prima. Italianissimo il menù innaffiato da vini Franciacorta:

  • Lecca lecca al parmigiano
  • Cannoli salati
  • Spallina di vitello 
  • Gnocchetti di ricotta con fontina, barba dei frati e tartufo nero di Norcia
  • Tiramisù moderno

Piatti che hanno deliziato il palato dell’ospite d’onore che avrebbe detto a uno degli chef: “Come si mangia in Italia non si mangia da nessun’altra parte”.

Articolo originale Agi Agenzia Italia

Questo sito non rappresenta una testata giornalistica; viene aggiornato saltuariamente e non può quindi considerarsi un prodotto editoriale ai sensi della legge 62 del 07/03/2001. Inoltre viene utilizzato materiale tratto da siti/blog che possono essere ritenuti di dominio pubblico. Se per qualsiasi motivo gli autori del suddetto materiale, o persone citate nello stesso non gradissero, è sufficiente una email all'indirizzo apocalisselaica[@]gmail.com e provvederemo immediatamente alla rimozione.