TwitterFacebookGoogle+

Chi è Cristina Cifuentes, la ormai ex presidente cleptomane di Madrid

Cristina Cifuentes ha annunciato le sue dimissioni da presidente della Comunidad di Madrid (la provincia autonoma) dopo settimane di polemiche sul suo master dell’Università Rey Juan Carlos e dopo che oggi è stata pubblicata la notizia di un suo presunto furto in un supermercato.

In un video pubblicato da OKdiario e risalente al 2011 quando era vicepresidente della Comunidad, Cifuentes apre la borsa davanti ai vigilantes in una stanza appartata e spuntano due creme che l’esponente del Partito Popolare ha poi pagato.

Gracias a mi familia, a mi equipo, y muy especialmente a todos los madrileños. Creo que hemos hecho un buen trabajo, que ha conseguido mejorar la vida de muchas personas, y con eso me quedo. Con lo bueno. Con el privilegio de haber tenido esta oportunidad. Gracias a todos. pic.twitter.com/7TNMCLtCiH

— Cristina Cifuentes (@ccifuentes) 25 aprile 2018

Cifuentes ha detto di aver preso la decisione di dimettersi dalla Presidenza e che aveva intenzione di annunciarlo il 2 maggio, dopo gli atti istituzionali della Comunità di Madrid, ma dopo l’ondata di eventi ha deciso di anticipare le sue dimissioni.

La presidente di Madrid ha annunciato le sue dimissioni in una conferenza stampa in cui ha definito “una campagna di molestie e demolizioni” e un attacco personale la diffusione di un video su un presunto furto in un supermercato nel 2011. 

La tolerancia cero frente a la corrupción, sin duda tiene un alto precio. He sufrido una campaña de acoso y derribo político y personal sin precedentes, en la que se han traspasado todas las líneas rojas… pero me voy con la cabeza muy alta. pic.twitter.com/wusqWt5EVs

— Cristina Cifuentes (@ccifuentes) 25 aprile 2018

Esponente del partito popolare del primo ministro Mariano Rajoy, scrive Repubblica, la governatrice era sotto minaccia di sfiducia da parte della sinistra, che avrebbe probabilmente portato alla sua rimozione. Il sostegno di Ciudadanos, che le è stato revocato, era decisivo nella regione, dove la destra governa con una minoranza di 48 eletti su 151. Dopo le dimissioni di Cifuentes, lapidario il commento di Rajoy ai giornalisti: “Ha fatto ciò che doveva”. Pablo Iglesias, dirigente della sinistra radicale che aveva già chiesto le dimissioni della Cifuentes, ha invece criticato duramente la diffusione del video: “Nessuno merita di essere distrutto come essere umano”.

Articolo originale Agi Agenzia Italia

Questo sito non rappresenta una testata giornalistica; viene aggiornato saltuariamente e non può quindi considerarsi un prodotto editoriale ai sensi della legge 62 del 07/03/2001. Inoltre viene utilizzato materiale tratto da siti/blog che possono essere ritenuti di dominio pubblico. Se per qualsiasi motivo gli autori del suddetto materiale, o persone citate nello stesso non gradissero, è sufficiente una email all'indirizzo apocalisselaica[@]gmail.com e provvederemo immediatamente alla rimozione.