TwitterFacebookGoogle+

Chiti, "finalmente introdotto reato depistaggio"

Roma – “Il reato di depistaggio e’ stato finalmente introdotto con una legge approvata da poche settimane, presentata da Paolo Bolognesi, il presidente dell’Associazione vittime della strage di Bologna. E’ il modo migliore per ricordare, 36 anni dopo, quel vile attentato che provoco’ la morte di 85 persone e il ferimento di altre 200”. Cosi’ il senatore del Pd Vannino Chiti nel giorno dell’anniversario della strage. “Fu un atto atroce – ricorda Chiti – che colpi’ tutta l’Italia, ferita da una stagione di violenza e di attacco alla democrazia. La citta’ di Bologna seppe unirsi in un moto di solidarieta’ e responsabilita’. Proprio i depistaggi sono tra le cause delle ombre che ancora oggi ricoprono quei fatti e tante vicende del terrorismo in Italia. Anche per questo abbiamo il dovere di mantenere viva la memoria di questa strage, assicurare il massimo sostegno alle famiglie delle vittime, pretendere la verita’”.(AGI) .

Questo sito non rappresenta una testata giornalistica; viene aggiornato saltuariamente e non può quindi considerarsi un prodotto editoriale ai sensi della legge 62 del 07/03/2001. Inoltre viene utilizzato materiale tratto da siti/blog che possono essere ritenuti di dominio pubblico. Se per qualsiasi motivo gli autori del suddetto materiale, o persone citate nello stesso non gradissero, è sufficiente una email all'indirizzo apocalisselaica[@]gmail.com e provvederemo immediatamente alla rimozione.