TwitterFacebookGoogle+

"Ciao piccola, scusa se siamo arrivati tardi"

Ascoli Piceno – ” Ciao piccola, ho solo dato una mano a tirarti fuori da quella prigione di macerie. Scusa se siamo arrivati troppo tardi, purtroppo avevi gia smesso di respirare ma voglio che tu sappia da lassu’ che abbiamo fatto tutto il possibile per tirarvi fuori di li'”. E’ il contenuto della prima parte del biglietto che il vigile del fuoco Andrea ha lasciato sulla bara della piccola Giulia, la bambina morta nel disastro di Pescara del Tronto, e sorella di Giorgia, la piccola che invece dopo 16 ore sotto le macerie e’ stata salvata dai soccorritori.

“Quando tornero’ a casa mia a l’Aquila – scrive Andrea che si firma con un cuoricino accanto – sapro’ che c’e’ un angelo che mi guarda dal cielo e di notte sarai una stella luminosa. Ciao Giulia, anche se non mi hai conosciuto. Ti voglio bene “. Ieri la madre di Giulia e’ venuta in barella a salutare la figlia deceduta nella palestra comunale dove si terranno i funerali, questa mattina alle 11,30. Molti fiori per lei e regali per la piccola Giorgia, che invece e’ sopravvissuta, grazie a quello che il ministro dell’Interno Angelino Alfano ha definito ieri “un miracolo laico” compiuto dai vigili del fuoco e da tutti gli operatori del soccorso a Pescara del Tronto, frazione di Arquata. (AGI) 

Questo sito non rappresenta una testata giornalistica; viene aggiornato saltuariamente e non può quindi considerarsi un prodotto editoriale ai sensi della legge 62 del 07/03/2001. Inoltre viene utilizzato materiale tratto da siti/blog che possono essere ritenuti di dominio pubblico. Se per qualsiasi motivo gli autori del suddetto materiale, o persone citate nello stesso non gradissero, è sufficiente una email all'indirizzo apocalisselaica[@]gmail.com e provvederemo immediatamente alla rimozione.