TwitterFacebookGoogle+

Cina: Xi promette linea dura contro lo spionaggio informatico

(AGI) – Pechino, 22 set. – Il governo cinese non e’ coinvolto in attivitA di cyber-spionaggio e si impegna a combattere le attivitA dei pirati informatici. Lo ha dichiarato il presidente cinese Xi Jinping in un’intervista al Wall Street Journal pubblicata in occasione dell’inizio del viaggio negli Stati Uniti, in cui incontrera’ il presidente statunitense Barack Obama. Il furto di dati informatici e gli attacchi contro enti governativi, ha dichiarato Xi, “sono entrambi illegali: sono atti criminali e dovrebbero essere puniti in base alla legge e alle convenzioni internazionali”. Il presidente cinese si e’ poi impegnato a rafforzare la cooperazione con gli Stati Uniti sulla sicurezza informatica. Il cyber-spionaggio rappresenta uno dei punti di frizione piu’ caldi tra Cina e Stati Uniti: l’ultimo richiamo nei confronti dei pirati informatici sponsorizzati dal governo cinese da parte degli Stati Uniti risale solo a lunedi’, da parte la consigliere per la sicurezza nazionale Susan Rice, ma i giorni che hanno preceduto la visita sono stati segnati dalle polemiche a distanza sulla pirateria informatica ai danni degli Usa, con voci di possibili sanzioni nei confronti della Cina per le attivita’ di cyber-spionaggio ai danni di enti governativi statunitensi. .
Vai sul sito di AGI.it

Questo sito non rappresenta una testata giornalistica; viene aggiornato saltuariamente e non può quindi considerarsi un prodotto editoriale ai sensi della legge 62 del 07/03/2001. Inoltre viene utilizzato materiale tratto da siti/blog che possono essere ritenuti di dominio pubblico. Se per qualsiasi motivo gli autori del suddetto materiale, o persone citate nello stesso non gradissero, è sufficiente una email all'indirizzo apocalisselaica[@]gmail.com e provvederemo immediatamente alla rimozione.