TwitterFacebookGoogle+

Cinque milioni di tappi riciclati, un 'Help' contro l'inquinamento

Roma – Una vera e propria richiesta di aiuto, composta da 5 milioni di tappi di plastica riciclati, per sensibilizzare l’opinione pubblica sull’inquinamento causato dai rifiuti di plastica nei mari e negli oceani. ‘Help’ e’ la gigantesca installazione/provocazione dell’artista Maria Cristina Finucci visibile da sabato, e per circa 3 mesi, sorvolando la Sicilia nord-occidentale. I passeggeri degli aerei potranno ammirare, soprattutto di notte, la gigantesca richiesta d’aiuto con i 5 milioni di tappi a formare la parola ‘help’ su una superficie di 1.500 mq a Mozia, sull’Isola di San Pantaleo, nello Stagnone di fronte a Marsala (Trapani). Questa e’ l’ultima delle tappe del progetto Wasteland, lo stato costituito da rifiuti, riconosciuto nel 2013 dall’Unesco su richiesta dell’artista, con tanto di bandiera, costituzione e ambasciate. Una nazione ideale ma concreta costituita dalle 5 isole formate dalla plastica dispersa negli oceani la cui superficie totale e’ 16 milioni di km2. Si tratta di un progetto artistico molto complesso le cui tappe piu’ importanti sono state la Biennale Arte di Venezia, il MAXXI di Roma, il COP 21 a Parigi, la Fondazione Bracco per EXPO 2015 e molto altro. Il progetto artistico di Maria Cristina Finucci a Mozia e’ promosso e realizzato dalla Fondazione Terzo Pilastro – Italia e Mediterraneo in collaborazione con la Fondazione Whitaker. (AGI) 

Questo sito non rappresenta una testata giornalistica; viene aggiornato saltuariamente e non può quindi considerarsi un prodotto editoriale ai sensi della legge 62 del 07/03/2001. Inoltre viene utilizzato materiale tratto da siti/blog che possono essere ritenuti di dominio pubblico. Se per qualsiasi motivo gli autori del suddetto materiale, o persone citate nello stesso non gradissero, è sufficiente una email all'indirizzo apocalisselaica[@]gmail.com e provvederemo immediatamente alla rimozione.