TwitterFacebookGoogle+

Clinton ha la polmonite, malore durante la cerimonia per l'11/9

Houston – Hillary Clinton ha cancellato il viaggio che era in programma per oggi e domani in California, a causa della polmonite che le ha provocato il malore durante la cerimonia a Ground Zero, in occasione del 15esimo anniversario dell’attentato alle Torri Gemelle. La candidata democratica alla presidenza avrebbe dovuto presenziare a due eventi di raccolta fondi e partecipare alla registrazione di una puntata dello show condotto da Ellen DeGeneres. Ma i medici le hanno raccomandato riposo. “Venerdi’ scorso durante un controllo per la sua tosse persistente le e’ stata diagnosticata una polmonite. E’ sotto antibiotici e le e’ stato raccomandato di riposarsi e modificare il suo programma”, ha spiegato il suo medico personale, Lisa R. Bardack in una nota. A Ground Zero la Clinton ha barcollato ed e’ stata accompagnata alla macchina. E’ andata nell’appartamento della figlia Chelesea, come confermato dal portavoce Nick Merrill in un comunicato, e poi a nella sua casa a Chappaqua.

 

Hillary Clinton 9/11 NYC pic.twitter.com/q9YnsjTxss

— Zdenek Gazda (@zgazda66) 11 settembre 2016

 

“Era disidratata…ma ora si sta riprendendo bene”, ha detto la Bardack che avrebbe visitato la Clinton proprio a casa di Chelsea. Il malore di domenica ha riaperto la questione della salute della 68enne aspirante inquilina della Casa Bianca che, secondo il rivale repubblicano, il 70enne Donald Trump, non sarebbe buona. “Lo scorso ottobre il National Enquirer aveva detto che sarei morta in 6 mesi e quindi ogni respiro che faccio mi sembra come una nuova possibilita’ di vita”, ha scherzato Hillary, commentando queste voci durante una recente apparizione allo show satirico di Jimmy Kimmel. Indiscrezioni sul suo precario stato di salute circolano dal 2012, quando cadde sbattendo la testa procurandosi un edema cerebrale. La Bardack, che presiede il centro di medicina interna dal Mount Kisco Medical Group di New York, e’ il medico personale dell’ex first lady dal 2001 e la scorsa estate ha definito la Clinton “in eccellenti condizioni fisiche”. La salute dei candidati gioca un ruolo fondamentale nella corsa per la presidenza. Nel 2008, perfino l’allora 47enne Barack Obama diffuse un rapporto di circa 300 pagine sulla sua salute durante la campagna elettorale. Lo stesso fece il suo rivale John McCain, che di anni ne aveva 71, e che mise a disposizione un migliaio pagine di documentazione sulla sua salute. (AGI) 

Questo sito non rappresenta una testata giornalistica; viene aggiornato saltuariamente e non può quindi considerarsi un prodotto editoriale ai sensi della legge 62 del 07/03/2001. Inoltre viene utilizzato materiale tratto da siti/blog che possono essere ritenuti di dominio pubblico. Se per qualsiasi motivo gli autori del suddetto materiale, o persone citate nello stesso non gradissero, è sufficiente una email all'indirizzo apocalisselaica[@]gmail.com e provvederemo immediatamente alla rimozione.