TwitterFacebookGoogle+

Cocaina dal Venezuela, 28 arresti. Tutto inizio' con la 'dama bianca'

(AGI) – Napoli, 28 gen. – Una struttura criminale che aveva al vertice il campano Pasquale Fiorente, il quale, insieme al fratello Alessandro, aveva messo in piedi una rete di importazione di cocaina, ma anche hashish, dal Venezuela, impiegando insospettabili corrieri, tra cui la ‘dama bianca’ Federica Gagliardi, ex componente della segreteria dell’allora presidente del Lazio Renata Polverini, nota alle cronache con quel soprannome perche’ con un abito candido sbarco’ a Panama, il 23 ottobre 2010, con un volo di Stato nel seguito di Silvio Berlusconi, insieme a Valter Lavitola. E’ quanto scoperto dall’indagine dei pm di Napoli Francesco Greco e Pierpaolo Filippelli che ha portato il gp a emettere 28 misure cautelari, una sola delle quali con il beneficio dei domiciliari. L’accusa contestata a tuti gli indagati e’ di traffico internazionale di stupefacenti. Fiorente aveva creato una base operativa nella provincia di Napoli, ma aveva ‘appoggi’ anche in Spagna, Olanda e Colombia, oltre che in Venezuela. Prevalentemente importava acocaina purissima, destinata soprattutto al mercato campano, ma a colte anche hashish. Per gli inquirenti, era in grado di acquistare partite consistenti di droga, contattando direttamente i ‘cartelli’ sudamericani. Lo stupefacente arrivava in Italia o su veicoli oppure, piu’ di frequente, in aereo, grazie ai suoi insospettabili corrieri e grazie alla complicita’ di un agente della Polaria di Fiumicino e di dipendenti di una ditta di pulizie. Tra i complici, dato che alcuni carichi sono stati spediti via mare, anche un dipendente di una societa’ di movimentazioen container nel porto di Salerno. Tra il 2012 e lo scorso anno, durante le indagini, oltre al sequestro dei 23 chili di coca nel trolley di Federica Gagliardi, arrestata in flagranza a Fiumicino il 13 marzo 2014, interventi a Milano Malpensa il 10 settembre 2012 (sequestro 1,5 chili coca e arresto di Ivan Contrada); ancora a Fiumicino il 14 aprile 2013 (sequestro 34 chili coca e arresto di tre corrieri venezuelani, Andreina Ojeda Azuaje, Rivera Zurga e Jesus Ancianis Ortefa); a Napoli il 14 agosto 2014 (sequestro 19 chili coca e arresto Vincenzo Angelotti). (AGI) .
Vai sul sito di AGI.it

Questo sito non rappresenta una testata giornalistica; viene aggiornato saltuariamente e non può quindi considerarsi un prodotto editoriale ai sensi della legge 62 del 07/03/2001. Inoltre viene utilizzato materiale tratto da siti/blog che possono essere ritenuti di dominio pubblico. Se per qualsiasi motivo gli autori del suddetto materiale, o persone citate nello stesso non gradissero, è sufficiente una email all'indirizzo apocalisselaica[@]gmail.com e provvederemo immediatamente alla rimozione.