TwitterFacebookGoogle+

Codogno, furto misterioso nello studio del parroco. Spariti migliaia di euro

CatturaNon ci sono segni di effrazione. Resta però da capire come possa essere avvenuto un episodio così grave e occorre capire da dove il ladro possa essere entrato e soprattutto uscito visto che sia dalle porte centrali della chiesa che dal lato di piazza Cairoli, vi sono le telecamere a circuito chiuso.

di Mario Borra

Codogno, 21 gennaio 2014 – Regno per ora il mistero più impenetrabile sul clamoroso furto scoperto nella tarda serata di domenica all’interno dell’abitazione del parroco don Diego Furiosi, un personaggio consociuto a apprezzato dalla comunità di Codogno. Ma cosa è successo? I fatti sono stati ricostruiti ma non completamente e il racconto è ancora costellato di dubbi.

Ignoti infatti si sarebbero introdotti all’interno del suo studio, ubicato a piano terra, proprio accanto alla sagrestia, razziando i soldi contenuti in qualche cassetto. Il sacerdote, secondo quanto appreso, si sarebbe accorto dell’ammanco (di circa 6mila euro, secondo indiscrezioni) solo al termine della messa delle 18 celebrata domenica. Infatti, dopo la funzione religiosa, il parroco ha fatto tappa nel suo studio, ma ha fatto una sgradevolissiam scoperta. Si è accorto che i ladri gli erano andati a far visita: da uno dei cassetti della scrivania, che era stato forzato con un oggetto forse trovato sulla scrivania, era infatti sparito denaro contante, forse qualche migliaio di euro.

Don Diego ha cercato di capire se qualcuno avesse potuto violare il suo appartamento, ma sulle porte non vi erano segni di scasso. Sono stati avvertiti i carabinieri i quali sono giunti sul posto per effettuare il sopralluogo. Domenica sera però, almeno durante la messa delle 18, non girava nessuna persona sospetta e forse il furto potrebbe essere avvenuto anche giorno prima visto che il parroco è rimasto assente per otto giorni per un pellegrinaggio. Resta però da capire come possa essere avvenuto un episodio così grave e occorre capire da dove il ladro possa essere entrato e soprattutto uscito visto che sia dalle porte centrali della chiesa che dal lato di piazza Cairoli, vi sono le telecamere a circuito chiuso del Comune che possono aver visto qualche movimento sospetto.

Il furto non è collegabile al trambusto avvenuto nella mattinata di domenica quando un 37enne di Guardamiglio era entrato in chiesa, forse un po’ alticcio, ed aveva disturbato a più riprese la funzione religiosa delle 7. Ci sono voluti i carabinieri per portarlo via di peso e denunciarlo dopo che il tizio era entrato pure in sagrestia e, tra parolacce e pugni sul tavolo, non se ne voleva andare. È stato un parrocchiano ad affrontarlo a muso duro e a farlo sedere prendendolo per il collo prima che arrivassero le forze dell’ordine per condurlo in caserma.

di Mario Borra
mario.borra@ilgiorno.net

http://www.ilgiorno.it/lodi/cronaca/2014/01/21/1013373-codogno-furto-studio-parroco.shtml

 

Fonte

Questo sito non rappresenta una testata giornalistica; viene aggiornato saltuariamente e non può quindi considerarsi un prodotto editoriale ai sensi della legge 62 del 07/03/2001. Inoltre viene utilizzato materiale tratto da siti/blog che possono essere ritenuti di dominio pubblico. Se per qualsiasi motivo gli autori del suddetto materiale, o persone citate nello stesso non gradissero, è sufficiente una email all'indirizzo apocalisselaica[@]gmail.com e provvederemo immediatamente alla rimozione.