TwitterFacebookGoogle+

Colesterolo alto da giovani aumenta rischio malattie cardiache

(AGI) – Washington, 27 gen. – Avere i livelli di colesterolo
anche solo leggermente piu’ elevati in gioventu’ puo aumentare
significativamente il rischio di sviluppare malattie cardiache.
Lo ha scoperto uno studio del Duke Clinical Research Institute,
pubblicato sulla rivista Circulation. Secondo i ricercatori, si
iniziano a sviluppare danni a lungo termine nelle arterie gia’
a 30 e 40 anni. E se a 35 e 55 anni il colesterolo aumenta ogni
dieci anni il rischio di sviluppare malattie cardiache puo’
crescere fino al 40 per cento. Per arrivare a queste
conclusioni i ricercatori hanno esaminato i dati del Framingham
Heart Study, uno dei piu’ grandi progetti di ricerca in corso
incentrato sulla salute de cuore che e’ iniziato nel 1948. In
totale sono stati analizzati i dati di 1.478 adulti. Il
colesterolo elevato per questo studio e’ stato definito come un
livello di colesterolo non-HDL, ovvero il colesterolo totale
meno quello HDL, pari o superiore a 160 mg/dL, ma i ricercatori
hanno trovato risultati simili per i pazienti con il
colesterolo LDL, o “colesterolo cattivo” di 130 mg/dL o
superiore. Gli autori hanno calcolato per quanti anni ciascun
partecipante allo studio ha avuto il colesterolo al di sopra di
questi livelli prima dei 55 anni di eta’ e poi hanno verificato
cosa e’ successo nei 20 anni successivi, per capire come i
livelli di colesterolo hanno inciso sulla salute di ognuno.
Quello che hanno scoperto e’ che a 55 anni circa il 40 per
cento dei partecipanti aveva avuto almeno 10 anni di
esposizione al colesterolo alto e in queste persone nei 15 anni
successivi il rischio di malattie cardiache e’ risultato deo’
16, 5 per cento, cioe’ quattro volte piu’ alto di quello
registrato tra chi non aveva avuto il colesterolo alto da
giovani. Inoltre, ogni decennio di colesterolo alto aumentava
il rischio di malattia cardiaca del 39 per cento. Secondo i
ricercatori, quindi esisterebbe un effetto di accumulo anche di
livelli moderatamente elevati di colesterolo sulla salute del
cuore. “Il numero di anni con colesterolo alto ha spiegato
Ann-Marie Navar-Boggan, autrice principale dello studio- puo’
avere un effetto paragonabile al numero di anni da fumatore.
Questo dimostra che quello che facciamo ai nostri vasi
sanguigni nei 20, 30 e 40 anni getta le basi per malattie che
si presenteranno piu’ avanti nella nostra vita. Se aspettiamo
di arrivare a 50 o 60 anni per pensare alla prevenzione delle
malattie cardiovascolari il gatto sara’ gia’ fuori dal sacco”.

Vai sul sito di AGI.it

Questo sito non rappresenta una testata giornalistica; viene aggiornato saltuariamente e non può quindi considerarsi un prodotto editoriale ai sensi della legge 62 del 07/03/2001. Inoltre viene utilizzato materiale tratto da siti/blog che possono essere ritenuti di dominio pubblico. Se per qualsiasi motivo gli autori del suddetto materiale, o persone citate nello stesso non gradissero, è sufficiente una email all'indirizzo apocalisselaica[@]gmail.com e provvederemo immediatamente alla rimozione.