TwitterFacebookGoogle+

Com'è l'approccio “creativo” che Theresa May chiede sulla Brexit

Theresa May spiega la Brexit a Firenze e detta la sua timeline, tentando di sbloccare lo stallo nei negoziati (Nyt). La strategia è tutta nel discorso che ha voluto pronunciare proprio nella città europea che dal Rinascimento tesse il rapporto più privilegiato con Londra, che il divorzio da Bruxelles può finire bene.

“Sono qui – ha esordito – per mostrare come la Gran Bretagna potrà diventare l’alleato e il partner più forte dell’Ue” dopo la Brexit. L’obiettivo è creare una nuova partnership, che sia vantaggiosa per entrambe le parti, che “sia un successo per tutti I nostri popoli” e May si è detta “ottimista” sull’esito, anche se ha invitato i leader europei ad essere “fantasiosi e creativi” e accettare altri due anni di transizione prima di lasciarsi, durante i quali varranno le leggi europee. Fino al 2021, quindi,  la Gran Bretagna manterrà i propri legami con la Ue (Telegraph). Una Brexit transitoria di cui la premier non fornisce, però, grandi dettagli (Cnbc).

Tre cose da sapere

  • I punti chiave della proposta britannica (The Guardian)
  • Le concessioni della May (Il Foglio)
  • Come l’ha presa Bruxelles (Ft).

La Gran Bretagna agli italiani

La May vuole garantire pieni diritti ai cittadini dell’Unione e ai 600mila italiani che vivono in Gran Bretagna: “Restate, siete preziosi”, ha detto. (Corriere).
 

Articolo originale Agi Agenzia Italia

Questo sito non rappresenta una testata giornalistica; viene aggiornato saltuariamente e non può quindi considerarsi un prodotto editoriale ai sensi della legge 62 del 07/03/2001. Inoltre viene utilizzato materiale tratto da siti/blog che possono essere ritenuti di dominio pubblico. Se per qualsiasi motivo gli autori del suddetto materiale, o persone citate nello stesso non gradissero, è sufficiente una email all'indirizzo apocalisselaica[@]gmail.com e provvederemo immediatamente alla rimozione.