TwitterFacebookGoogle+

Come è fatta una chiave bulgara e perché apre qualsiasi serratura

Dal 2015 all’agosto scorso una banda di 28 persone ha commesso 85 furti, sopratutto in provincia di Torino, Cuneo, Savona, Pavia e Vigevano. La tecnica? Sempre la stessa: erano armati della cosiddetta “chiave bulgara” che da anni spalanca le porte delle case degli italiani. Di questo strumento è stato detto che sia stato creato dagli 007 bulgari durante la Guerra Fredda e che è in grado di aprire qualsiasi porta. Non è proprio vero. Ecco come funziona e come ci si difende dalla chiave bulgara, leggende a parte.

Leggi anche: furti e rapine non sono in aumento, anzi calano

Cos’è la chiave bulgara

La chiave bulgara è uno strumento che permette di ricostruire il profilo della chiave di una serratura a “doppia mappa” senza avere la chiave originale e senza smontare la serratura della porta blindata. Secondo il sito specializzato Secureh24.com, il grimaldello bulgaro può essere composto da due attrezzi, un tensore e una “chiave morbida”, o da un unico strumento che integra entrambe le funzioni: la cosiddetta “chiave magica””. In entrambi i casi, il funzionamento è lo stesso:  “il tensore mette in tensione il carrello della serratura, come fa normalmente la chiave quando viene girata, dopo di ché si inserisce la chiave morbida, che ha una geometria compatibile con quella della chiave originale e denti che hanno la possibilità di muoversi. Scuotendo leggermente tensore e chiave morbida le vibrazioni muovono i denti della chiave morbida fino a fargli assumere la posizione corrispondente a quella dei denti della chiave originale. Si ottiene in questo modo il profilo di una metà della chiave a doppia mappa. Per ottenerne l’altra metà, è necessario ripetere l’operazione per la seconda metà del profilo. A questo punto si ha a disposizione un profilo a doppia mappa completo in grado di aprire e chiudere la serratura esattamente come la chiave originale: senza scasso, ma soprattutto senza lasciare alcuna traccia, dal momento che l’ospite indesiderato potrebbe addirittura richiudere a chiave la serratura”.

Leggi: Sorpresa: boom di furti e rapini in casa prima delle 21

Come difendersi

Come difendersi allora dalla chiave bulgara che apre le serrature a doppia mandata (circa il 70%  del totale)? Con queste due armi: un buon sistema di allarme e con una porta blindata, rigorosamente equipaggiata di cilindro europeo, al fine di completare un quadro di sicurezza domestica più affidabile. Proprio il cilindro europeo garantisce un alto livello di impenetrabilità grazie ai perni anti sondaggio, a corpo e rotore con protezione anti trapano e alla barra centrale antistrappo.

Articolo originale Agi Agenzia Italia

Questo sito non rappresenta una testata giornalistica; viene aggiornato saltuariamente e non può quindi considerarsi un prodotto editoriale ai sensi della legge 62 del 07/03/2001. Inoltre viene utilizzato materiale tratto da siti/blog che possono essere ritenuti di dominio pubblico. Se per qualsiasi motivo gli autori del suddetto materiale, o persone citate nello stesso non gradissero, è sufficiente una email all'indirizzo apocalisselaica[@]gmail.com e provvederemo immediatamente alla rimozione.