TwitterFacebookGoogle+

'Comunicare l'Africa', da Harambee un 'volto' nuovo al continente

(AGI) – Milano, 26 giu. – Far emergere un’immagine dell’Africa diversa, piu’ innovativa, senza i pregiudizi che contraddistinguono di norma l’approccio verso il continente ‘nero’. Con questo obiettivo prende il via ‘Comunicare l’Africa’, il sesto Premio internazionale promosso da Harambee, onlus che dal 2002 ha realizzato 57 progetti in 18 Paesi africani per promuovere iniziative di educazione e di sviluppo nell’area subsahariana, nonche’ programmi di comunicazione e sensibilizzazione nel resto del mondo, allo scopo di approfondire la conoscenza della cultura africana. Tra le attivita’ di Harambee, che in lingua swaili significa “tutti insieme”, il Premio ‘Comunicare l’Africa’, di cui l’Agi e’ media partner, e’ una delle iniziative piu’ strategiche per la promozione di un “continente che e’ una ricchezza per tutti”. “Attraverso il concorso ‘Comunicare l’Africa’ puntiamo a far emergere l’idea di un continente che va al di la’ degli stereotipi piu’ diffusi, di una terra tutta uguale e caratterizzata da epidemie, conflitti e carestie”, spiega Rossella Miranda di Harambee Africa International onlus. Con il Premio, appunto, “cerchiamo di trasmettere un’immagine diversa, ovvero di un continente vivace, con tanta voglia di fare, in rapida crescita e teatro di sconfinate opportunita’”, aggiunge Miranda. Del resto, sottolinea, “anche questo e’ un buon modo per cooperare e contribuire allo sviluppo umano, economico e sociale dell’Africa”. Insomma, attraverso ‘Comunicare l’Africa’ si punta a contribuire a fornire un’immagine piu’ reale del continente, che rifletta i conflitti ma che metta in luce anche le speranze, la ricchezza e la diversita’ dei suoi popoli e delle sue culture; per promuovere dunque la conoscenza di una terra che costituisce un’opportunita’ per tutti e che sta facendo “salti in avanti impressionanti negli ultimi anni”, spiegano i promotori del concorso. Dal punto di vista pratico, la sesta edizione si articola su due categorie: da una parte quella riservata a reportage e documentari trasmessi in televisione o su portali web di informazione; mentre l’altra categoria e’ riservata a videoclip di studenti con meno di 26 anni. Il bando per parteciparvi scade il 30 luglio. A settembre la giuria, composta da esperti della materia e professionisti della comunicazione di diverse nazionalita’, selezionera’ i vincitori. A novembre e’ in calendario a Roma la cerimonia di premiazione: 5mila euro per la prima categoria; 1.500 euro per i videoclip, interamente messi a disposizione dagli sponsor. (AGI) .
Vai sul sito di AGI.it



Questo sito non rappresenta una testata giornalistica; viene aggiornato saltuariamente e non può quindi considerarsi un prodotto editoriale ai sensi della legge 62 del 07/03/2001. Inoltre viene utilizzato materiale tratto da siti/blog che possono essere ritenuti di dominio pubblico. Se per qualsiasi motivo gli autori del suddetto materiale, o persone citate nello stesso non gradissero, è sufficiente una email all'indirizzo apocalisselaica[@]gmail.com e provvederemo immediatamente alla rimozione.