TwitterFacebookGoogle+

Confapi guarda a Iran, Russia e sudest asiatico

di Silvia Inghirami

Roma – Russia, India, Iran, Vietnam, Thailandia. Sono alcuni dei Paesi a cui guarda Confapi per favorire le esportazioni delle imprese associate. “La scorsa settimana è venuta a Roma una delegazione thailandese e pochi giorni fa l’ambasciata iraniana ha chiamato per fissare un incontro – riferiscono all’AGI il direttore generale Massimo Maria Amorosini e il presidente Maurizio Casasco – abbiamo recentemente ricevuto richieste anche dalla Cina, per un produttore di macchine di caffè, dall’Oman per la produzione di pallet da imballaggio e dalla Russia per commercializzare formaggi italiani”.

Questo sito non rappresenta una testata giornalistica; viene aggiornato saltuariamente e non può quindi considerarsi un prodotto editoriale ai sensi della legge 62 del 07/03/2001. Inoltre viene utilizzato materiale tratto da siti/blog che possono essere ritenuti di dominio pubblico. Se per qualsiasi motivo gli autori del suddetto materiale, o persone citate nello stesso non gradissero, è sufficiente una email all'indirizzo apocalisselaica[@]gmail.com e provvederemo immediatamente alla rimozione.