TwitterFacebookGoogle+

Confiscata al clan Pesce lussuosa villa a Baden in Austria

(AGI) – Reggio Calabria, 27 apr. – C’e’ anche una villa a Baden, in Austria, fra i beni confiscati stamane dalla Guardia di Finanza al clan Pesce di Rosarno (Rc). La confisca, secondo quanto reso noto, e’ stata possibile contestando il reato di riciclaggio, previsto anche dal codice penale austriaco. L’indagine avrebbe fatto emergere che Claudio Lucia, presunto responsabile della cosca Pesce per gli investimenti in Lombardia e in territorio estero, all’inizio del 2009 aveva comprato, in contanti, una villa di pregio del valore di un milione di euro nella nota localita’ termale austriaca. L’uomo aveva intestato la villa alla moglie rumena e subito dopo aveva commissionato e fatto eseguire lavori di ristrutturazione per costi di oltre 1 milione e mezzo di euro, anche questa cifra pagata esclusivamente in contanti e senza rilascio di documentazione fiscale, come da condizione espressamente dettata dal committente. Venuto a conoscenza degli arresti eseguiti nell’aprile 2010 a carico di 40 presunti appartenenti alla cosca Pesce, l’uomo, allora irreperibile, avrebbe alienato i beni intestati alla moglie: un’automobile Porsche Cayenne Turbo e’ stata cancellata dal registro automobilistico austriaco e trasferita all’estero, mentre la villa di Baden era stata ceduta a un cittadino rumeno al prezzo di 900 mila euro, a titolo di “compensazione” di un asserito pregresso debito, transazione che secondo le indagini sarebbe stata palesemente fittizia e funzionale alla sottrazione del bene dall’eventuale applicazione di provvedimenti cautelari o ablativi. Il reato di riciclaggio, previsto dal codice penale austriaco (che invece non prevede i reati di associazione per delinquere di stampo mafioso ed estorsione, contestati dalla magistratura italiana a Claudio Lucia) e’ stato contestato a carico della moglie di Lucia e del cittadino rumeno a cui era stata ceduta la villa, rendendo possibile la confisca dei beni detenuti in Austria. (AGI)
Vai sul sito di AGI.it



Questo sito non rappresenta una testata giornalistica; viene aggiornato saltuariamente e non può quindi considerarsi un prodotto editoriale ai sensi della legge 62 del 07/03/2001. Inoltre viene utilizzato materiale tratto da siti/blog che possono essere ritenuti di dominio pubblico. Se per qualsiasi motivo gli autori del suddetto materiale, o persone citate nello stesso non gradissero, è sufficiente una email all'indirizzo apocalisselaica[@]gmail.com e provvederemo immediatamente alla rimozione.