TwitterFacebookGoogle+

Coniugi uccisi: commosso omaggio alle vittime, oggi i funerali

(AGI) – Catania, 2 set. – Amici, parenti e cittadini continuano a rendere il commosso omaggio alle salme di Vincenzo Solano, 68 anni e di Mercedes Ibanez, 70, i coniugi di Palagonia uccisi il 30 agosto scorso nella loro villa di via Palermo 211. La camera ardente allestita ieri dal Comune nella sala Azzurra del Municipio restera’ aperta fino alle 16 di oggi. I funerali saranno celebrati dal vescovo di Caltagirone, monsignor Calogero Peri, alle 17 nella chiesa di San Giuseppe. “Oggi c’e’ un clima di raccoglimento e silenzio nel rispetto del dolore e del lutto e della famiglia Solano. La preoccupazione e’ normale in un momento cosi’ delicato, ma oggi tra la gente non ho percepito un clima teso. L’ho detto e lo ribadisco, alla violenza non si risponde con altra violenza ed e’ chiaro che le responsabilita’ individuali non debbano ricadere su di un’intera comunita’”. Lo ha detto il sindaco di Palagonia, Valerio Marletta. In corso davanti al gip Maria Ivana Cardillo nel carcere di Caltagirone l’udienza di convalida del fermo di Mamadou Kamara, 18 anni, originario della Costa d’Avorio, ospite del Cara di Mineo, fermato con l’accusa dell’omicidio di Vincenzo Solano, 68 anni e di Mercedes Ibanez, 70 anni, uccisi nella loro villa in via Palermo, a Palagonia, nel Catanese. A coordinare l’inchiesta e’ il procuratore Giuseppe Verzera con il sostituto Anna Andreatta. Dall’autopsia sono emersi indizi circa una possibile violenza sessuale subita dalla donna e la presenza sulla scena del delitto di piu’ di un assassino. Il migrante al momento resta indagato per duplice omicidio aggravato. .
Vai sul sito di AGI.it

Questo sito non rappresenta una testata giornalistica; viene aggiornato saltuariamente e non può quindi considerarsi un prodotto editoriale ai sensi della legge 62 del 07/03/2001. Inoltre viene utilizzato materiale tratto da siti/blog che possono essere ritenuti di dominio pubblico. Se per qualsiasi motivo gli autori del suddetto materiale, o persone citate nello stesso non gradissero, è sufficiente una email all'indirizzo apocalisselaica[@]gmail.com e provvederemo immediatamente alla rimozione.